menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brusco calo delle temperature, Picariello: "A rischio vigneti e noccioleti in Irpinia"

L'allarme degli agronomi

"Brusco calo delle temperature, a rischio vigneti e noccioleti in Irpinia". È quanto afferma Ciro Picariello presidente dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Avellino.

"L'instabilità climatica - prosegue - incide fortemente sull'agricoltura e può provocare notevoli danni al settore che già in questo momento di emergenza sanitaria da Covid-19, sta vivendo un periodo molto negativo". 

La primavera è ormai alle porte, le piante hanno iniziato la loro attività vegetativa e questo le rende molto sensibili ai cambiamenti climatici, in modo particolare agli abbassamenti di temperatura. La ripresa vegetativa quest’anno è anticipata di circa 15 giorni, in seguito ai cambiamenti climatici. La stagione invernale è stata poco piovosa e mite, con temperature al dì sopra della media degli altri anni.

"I vigneti e i noccioleti in questa delicata fase vegetativa anticipata sono a rischio perché le temperature al dì sotto dello zero sono fortemente dannose per le produzioni annuali delle colture", sottolinea il presidente Picariello. Che aggiunge: "Dal punto di vista tecnico-agronomico gli agricoltori hanno seguito tutte le indicazioni suggerite dagli agronomi, ritardando le potature nelle zone basse, per gli impianti piccoli e per le zone più esposte. Tutto questo per non stimolare le piante e ritardandone la ripresa vegetativa.

Al momento non si può fare di più, bisogna solo sperare che le temperature non scendano sotto lo zero", conclude Picariello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento