rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Attualità

Obbligo di comunicazione delle PEC per le imprese: lo comunica la Camera di Commercio Irpinia Sannio

Le regolarizzazioni devono avvenire entro il 30 aprile 2023 per evitare sanzioni e assegnazioni d’ufficio di domicili digitali

Le imprese iscritte al Registro delle Imprese, costituite in forma societaria o individuale, che ancora non hanno comunicato il proprio domicilio digitale (PEC), oppure che hanno un indirizzo scaduto o revocato, dovranno regolarizzare la propria posizione entro il 30 aprile 2023.
È quanto prevede la Legge di conversione n. 120 dell’11 settembre 2020, che conferma le novità introdotte dal decreto “semplificazioni” D.L.n. 76/2020, recante “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale”.
La mancata comunicazione comporterà l’assegnazione d’ufficio di domicili digitali e l’erogazione di sanzioni amministrative.

Le imprese inadempienti, pertanto, saranno soggette:
• al pagamento di una sanzione che per le società sarà di 412 euro e per le imprese individuali di 60 euro;
• all’attribuzione d'ufficio, da parte della Camera di Commercio Irpinia Sannio, di un domicilio digitale (codicefiscaleimpresa@impresa.italia.it) che sarà attivo solo per la ricezione, e sarà accessibile dal Rappresentante dell'impresa tramite il Cassetto Digitale dell'Imprenditore, accedendo dalla piattaforma Impresa Italia.
 
Sul sito della CCIAA Irpinia Sannio è possibile consultare gli elenchi per verificare se la propria impresa è in regola oppure tenuta ad effettuare l’adempimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obbligo di comunicazione delle PEC per le imprese: lo comunica la Camera di Commercio Irpinia Sannio

AvellinoToday è in caricamento