rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Attualità

Nuovo stadio e centro autismo, Festa fa chiarezza

Sul Centro Autismo: "Ribadiamo a Ferrante la necessità di sopralluogo"  

Questa mattina, in occasione della consegna in Prefettura delle onorificenze ufficiali con cui il Presidente della Repubblica celebra la memoria di cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti, tra i sindaci presenti, anche quello di Avellino che ha voluto, a margine, chiarire due questioni legate a due importanti vicende attuali del capoluogo, il progetto di realizzazione del nuovo stadio e la richiesta di sopralluogo dell'Asl al centro per l'Autismo.

"Una serie di notizie false da parte di un sedicente centrosinistra"

"Ieri abbiamo assistito a una serie di notizie false diffuse da un sedicente centrosinistra - ha subito sottolineato Gianluca Festa -. Non ho ben capito la serie di sigle, ma poco importa. La cosa più importante è chiarire che si tratta di falsità, di mistificazione della realtà. Nessuno ha mai detto, nè tantomeno approvato, il mancato pagamento di IMU e TARI da parte del soggetto proponente che ricordo essere l'US Avellino, mai previste agevolazioni. L'esproprio seguirà le procedure nazionali e la legge. Parliamo di una gara ad evidenza pubblica europea, evidentemente avremo un pullman di partecipanti. Se la sinistra crede che ci siano queste speculazioni, avremo decine di partecipanti che renderanno la competizione molto più conveniente per il comune". 

"Esiste l'esigenza di organizzare uno stadio nuovo - ha proseguit - mai avrei consentito che qualcuno lo facesse con soldi propri. Immaginate un comune che si indebiti per 30 o 40 milioni di euro. Non avrei mai potuto permettere che i nostri figli pagassero questo debito, piuttosto se potessi fare un mutuo, farei più strade, marciapiedi, verde. C'è un privato, l'US Avellino, che ha fatto una proposta che viene messa in gara, se ci sarà un concorrente che farà un'offerta migliore vincera la competizione. Altrimenti la vincerà il proponente. Ma è tutto regolare".

Sul voto contrario della maggioranza riguardo la previsione di far pagare canoni e tasse ai proponenti, Festa ha infine specificato: "Bisogna raccontare bene alla comunità quello che succede. C'è un'opposizione che replica le proposte della maggioranza. Poichè questa previsione era già contenuta nella relazione di Amatucci oggetto di delibera, era inutile ripetere la previsione. Il privato che vincerà la gara dovrà pagare IMU, TARI, esproprio e tutto sarà messo a gara".

Sul Centro Autismo: "Ribadiamo a Ferrante la necessità di sopralluogo"  

"Abbiamo richiesto all'Asl il sopralluogo per verificare l'ultimazione dei lavori e per ottenere l'autorizzazione per l'esercizio delle prestazioni a favore dei bambini autistici così, ed è quello che ci sta più a cuore, la struttura può finalmente partire. Il centro per l'autismo è stato realizzato con fondi regionali e la Regione è di fatto anche la mamma dell'Asl, per cui sarebbe assurdo che l'Asl non effettuasse un sopralluogo. Altra questione che riguarda il comune e non l'Asl è quella del suolo che ha trattato anche il commissario Priolo e ha ritenuto di non dare seguito all'acquisizione sanante perchè c'è un verbale nel quale il privato accetta di cedere l'area. Secondo i giudici quel verbale non è valido. Noi, o acquisizione sanante o impugnazione al Tar, andiamo avanti, perchè una cosa non cambia: la struttura è stata completata e deve partire. Ma per questo occore il sopralluogo dell'Asl, ribadiamo quindi a Ferrante la ricvhiesta per verificare se i lavori ultimati sono a regola. Poi andiamo avanti con la vicenda suolo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo stadio e centro autismo, Festa fa chiarezza

AvellinoToday è in caricamento