rotate-mobile
Attualità

Nuovo Stadio Partenio-Lombardi, il Consiglio approva la dichiarazione di pubblico interesse

La seduta odierna del consiglio comunale si è aperta con la discussione del progetto di riqualificazione dello stadio "Partenio-Lombardi", che prevede la demolizione e la costruzione ex novo dell'impianto sportivo

Realizzazione del nuovo stadio di Avellino, dichiarazione di pubblico interesse del progetto di riqualificazione da 60 milioni di euro riguardante il "Partenio-Lombardi". Nella seduta odierna del consiglio comunale, dopo quella andata deserta il 20 gennaio scorso, con 17 voti favorevoli, il progetto è approvato per immediata eseguibilità. Al momento del voto, i consiglieri di minoranza hanno scelto di abbandonare l’aula consiliare; questo perché 16 emendamenti proposti dall'opposizione sono stati respinti in blocco dalla maggioranza, compatta nelle votazioni.

Seduta del Consiglio Comunale di Avellino

Assessore Buondonno: "Acceleriamo i processi per la ristrutturazione degli impianti della città perchè possa al più presto accogliere le competizioni sportive"

"Il progetto del nuovo stadio - dice l'assessore all'Urbanistica Emma Buondonno durante la relazione esposta ai presenti nella sala consiliare di Palazzo di Città - riguarda la rigenerazione di una parte importante della città di Avellino che prevede una ristrutturazione dell'attuale impianto sportivo. Ciò significa che l'edifiicio può essere demolito e costruito ex novo. Questo aspetto è presente nel progetto presentato dall'U.S Avellino èd è riferito non solo allo stadio ma anche agli altri campi sportivi perchè questa amministrazione, con l'Assessorato allo Sport, ha messo in campo un sistema integrato di ristrutturazione che riguarda tutti gli impianti sportivi di Avellino".

"Con la dichiarazione di pubblico interesse di questa sera - continua l'assessore - si apre la fase dell'iter della conferenza decisoria, che si concluderà in questa aula con la dichiarazione di pubblica utilità. Ci auguriamo di accelerare questi processi affinchè questo sistema di attrezzature sportive possa rendere Avellino un luogo dove si possano disputare delle competizioni. Gli stadi di calcio devono rappresentare delle centralità urbane e delle integrazioni dei servizi. L'architetto Zavanella ha offerto a questa città un progetto di grandissimo valore architettonico". 

L'iter, imposto dalle legge 147 del 2013, era rimasto fermo allo scorso 14 giugno quando la conferenza dei servizi aveva approvato le modifiche apportate al progetto iniziale, in particolar modo per quanto concerne le problematiche relative ai parcheggi, sollevate a più riprese. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Stadio Partenio-Lombardi, il Consiglio approva la dichiarazione di pubblico interesse

AvellinoToday è in caricamento