Nuovo Dpcm, Campania gialla: pronta l'ordinanza di De Luca

Prima rossa, poi arancione e in serata, a sorpresa gialla: oggi si attende la risposta di De Luca per prolungare la chiusura delle scuole

A sorpresa il premier Giuseppe Conte ieri sera ha annunciato che la Campania è zona gialla e non arancione, o addirittura rossa come era trapelato da fonti di Governo prima della conferenza stampa del presidente del Consiglio.

Contro il volere di De Luca che ha paragonato il nuovo Dpcm ad una misura contro il randagismo, la nostra regione è stata classificata al livello di allerta più basso fra i territori italiani.

I dati allarmanti in Campania

Un colpo di scena perché proprio nella giornata di mercoledì, il direttore Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, aveva inserito la Regione nella lista delle più colpite, insieme a Piemonte e Lombardia (entrambe finite in zona rossa). Inoltre anche l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), diretta oggi da Enrico Coscioni, consulente proprio di De Luca, aveva spiegato che col suo 44%, la Campania ha superato la soglia critica del 30% di occupazione delle terapie intensive.Il numero dei positivi invece sfonda quota 4mila. Precisamente: 4.181  su 21.684 tamponi esaminati. Il rapporto tra test e contagi è del 19,2. Ma evidentemente proprio la differenza tra province ha fatto abbassare l'indice Rt e la Campania è finita in zona gialla, per questo dovrà attenersi alle linee nazionali salvo nuove ordinanze di Vincenzo De Luca. 

De Luca pronto a chiudere le scuole 

Dalla Regione trapela la notizia che oggi uscirà una ennesima ordinanza per ribadire la chiusura delle scuole causa rischio contagi Covid, a dispetto di quanto prescritto nel Dpcm per la zona gialla.

In Campania sono inoltre attualmente attive due zone rosse, corrispondenti ai territori dei Comuni di Orta di Atella e Marcianise. In tali zone, vige tuttora un lockdown, con divieto di ingresso e uscita dal Comune.

Dpcm, le regole in vigore in Campania

Per la Campania varranno tutte le misure in vigore per l’intero territorio nazionale previste dal nuovo Dpcm a partire da venerdì 6 novembre fino al 3 dicembre: scuole superiori a distanza, coprifuoco dalle 22 alle 5, centri commerciali chiusi nei weekend, bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, chiusura musei e sale scommesse, capienza del trasporto pubblico ridotta al 50%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Campania Rt scende sotto 1: verso la fine della zona rossa

  • Guida Michelin, tra vecchie e nuove stelle ecco i migliori ristoranti campani

  • Fabrizio Corona rompe il silenzio sul matrimonio: la presunta moglie è avellinese

  • Nuovo Dpcm 3 dicembre: lo stop ai parenti e le deroghe per residenza e domicilio nelle regole di Natale 2020

  • Rinasce il Mercatone, inaugura il supermercato: maxi parcheggio e aree verdi

  • Zona arancione, rossa e gialla: le Regioni che cambieranno colore prima di Natale

Torna su
AvellinoToday è in caricamento