menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riapertura dei ristoranti: ecco le regole da rispettare per clienti e personale

I tecnici dell'Inail hanno predisposto le misure di sicurezza per la ripartenza prevista il 18 maggio

Se bar, ristoranti, pizzerie e pasticcerie vorranno accogliere ai tavoli i propri clienti dovranno attenersi alle rigide regole dettate dall'Inail.

È plausibile, come ormai si vocifera da giorni, che il 18 maggio sarà la nuova data individuata per la riapertura delle attività commerciali. Per lo meno la riapertura interesserà la maggior parte delle regioni a cui spetta la responsabilità di decisione. 

Sono tuttavia da capire le misure che regoleranno la ripartenza, in particolare per pizzerie, ristoranti e pub che fanno servizio al tavolo. Il documento non è ancora ufficiale, ma le ipotesi sottoscritte fino ad ora non piacciono a imprenditori e associazioni. Si rischia infatti di dover fare i conti con una realtà amara che costringerà i ristoratori a ridurre i coperti del 60% e aumentare i costi.

Secondo quanto si legge dalla bozza Inail queste le regole da rispettare

Distanziamento

Quattro sono i metri quadrati che ogni cliente dovrà avere a disposizione. Due sono i metri di distanza che dovrà esserci tra un tavolo e l'altro. Per capire quante persone alla volta potranno entrare in un locale andrà quindi divisa la superficie per i quattro metri quadrati destinati a ciascun cliente ( quindi se la sala è di 40 mq non ci possono andare più di 10 clienti, ndr). "Fatta salva la possibilità di adozioni di misure organizzative come, ad esempio, le barriere divisorie", si legge nel "Documento tecnico su ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive nel settore della ristorazione".

Lastre in plexiglas 

La capienza ridotta può essere evitata nel momento in cui il locale in questione ha “la possibilità di adottare misure organizzative come, ad esempio, le barriere divisorie”. 

Mascherine e guanti 

Saranno obbligatorie per il personale di cucina, per quello che svolge il servizio nei tavoli per chi si occupa di amministrazione e sta alla cassa. Questa dovrà essere separata dal cliente con una barriera in vetro o plexiglass. I clienti ovviamente mentre mangiano non dovranno tenere la mascherina, protezione che invece sarà obbligatoria per andare in bagno o alla cassa.

In Cucina

In considerazione della tipologia di attività che prevede la presenza di personale addetto alle cucine e di personale addetto al servizio ai tavoli, oltre a quello dedicato ad attività amministrative se presente, è opportuno, oltre ad un’informazione di carattere generale sul rischio da SARS-CoV-2, impartire altresì un’informativa più mirata, anche in collaborazione con le figure della prevenzione di cui al D. Lgs 81/08 e s.m.i. con particolare riferimento a specifiche norme igieniche da rispettare nonché all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, ove previsti, anche per quanto concerne la vestizione/svestizione.

In particolare per il personale di cucina, in condivisione di spazi confinati, va indossata la mascherina chirurgica; dovranno essere utilizzati altresì guanti in nitrile in tutte le attività in cui ciò sia possibile. Per il personale addetto al servizio ai tavoli è necessario l’uso della mascherina chirurgica per tutto il turno di lavoro e ove possibile, l’utilizzo dei guanti in nitrile; questi ultimi sono comunque sempre da utilizzare durante le attività di igienizzazione poste in essere al termine di ogni servizio al tavolo.

Va, comunque, ribadita la necessità di una corretta e frequente igiene delle mani, anche attraverso la messa a disposizione in punti facilmente accessibili dei locali di apposti dispenser con soluzione idroalcolica.

Menu

Non potranno essere più utilizzati i menù cartacei, i menu del giorno potranno essere scritti su lavagnetta. Si consigliano gli strumenti digitali, applicazioni e social network per consultare la proposta gastronomica. 

Vietati i buffet 

Con le nuove norme, sarà vietato il servizio al buffet. 

Bagni

Anche i bagni saranno igienizzati frequentemente. Per andare al bagno si dovrà utilizzare la mascherina. 

Gel igienizzante 

I dispenser con il gel disinfettante si dovranno trovare in più punti del locale. 

Pagamenti

Secondo il documento, sarà poi opportuno "privilegiare i pagamenti elettronici con contactless”. Anche le casse dovranno, laddove possibile, essere protette dalla barriera di plexiglass. 

Ricambio d'aria 

Raccomandato anche il ricambio di aria naturale e la ventilazione dei locali, anche in relazione ai servizi igienici: quindi ampie porte e finestre aperte. 

Altre misure igieniche 

Se non adeguatamente igienizzati, bisognerà evitare il più possibile utensili e contenitori riutilizzabili come saliere, oliere, acetiere o brocche. Al termine di ogni servizio al tavolo andranno previste tutte le consuete misure di igienizzazione. 

Prenotazioni

Il Documento incoraggia “la turnazione nel servizio in maniera innovativa e con prenotazione preferibilmente obbligatoria“. Anche per prevenire “assembramenti di persone in attesa fuori dal locale“.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento