menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Era di Atripalda il nonno di Fauci, immunologo fondamentale nella lotta al Coronavirus

Fauci è divenuto uno dei volti più importanti nella lotta al virus Sars CoV-2, tanto da essere stato chiamato, dal presidente Donald Trump, a far parte della task force dedicata ad affrontare l'emergenza

"Perché non lasciamo che inondi il Paese?". Sarebbe stata questa la domanda che, secondo fonti informate citate dal Washington Post, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump avrebbe rivolto all'immunologo Anthony Fauci durante una delle prime riunioni della task force della Casa Bianca contro il coronavirus. La tentazione dell'immunitità di gregge.

"Signor presidente, morirebbe moltissima gente", avrebbe risposto il principale esperto di malattie infettive della nazione. Una querelle che poi è andata avanti a colpi di tweet da parte del Presidente Americano, salvo poi fare numerose smentite. Perché Anthony Fauci, l'esperto Usa che affianca la Casa Bianca nella battaglia contro il Covid-19 ha rivendicato più volte il fatto che Trump non terrebbe in debito conto le sue raccomandazioni, facendo precipitare l’America nell’abisso. Ebbene questo personaggio divenuto popolarissimo negli Usa ha origini irpine.

La biografia su Wikipedia 

Come si legge su Wikipedia Fauci nacque in una famiglia di origini italiane da Stephen A. Fauci e Eugenia A. Fauci, che possedevano una farmacia. I suoi nonni paterni, Antonino Fauci e Calogera Guardino, erano di Sciacca. Sua nonna materna, Raffaella Trematerra, proveniva da Napoli, mentre suo nonno materno, Giovanni Abys, nacque ad Atripalda (AV). Il bisnonno materno era originario di Coira, Svizzera. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento