Lunedì, 2 Agosto 2021
Attualità

Le nocciole, l'olio e i salumi della Bassa Irpinia al centro dell'Agritour dell'assessore Caputo

Caputo: "Qui un nuovo sviluppo che parte dal passato e che punta a rivitalizzare e valorizzare i prodotti del territorio nel segno della innovazione"

Tocca di nuovo l'Irpinia l'Agri Tour dell'assessore regionale Nicola Caputo. L'amministratore stavolta è stato in Bassa Irpinia tra uliveti, noccioleti e salumifici dove ha potuto testare antiche tradizioni che vengono rinnovate con l'ausilio della tecnica e dell'innovazione. 

"È un territorio che ha sempre puntato tutto sull’Agricoltura e che oggi viene attraversata da un nuovo sviluppo che parte dal passato e che punta a rivitalizzare e valorizzare i prodotti del territorio nel segno della innovazione - esordisce Caputo". 

Visita all'oleificio

Il primo appuntamento ha visto la visita presso l'oleificio dei fratelli Arbucci (#Agrivisit160) di Avella. "Accompagnato da Biagio Arbucci e Francesco Sodano Presidente di Agrocepi Avellino, abbiamo potuto osservare il processo di lavorazione. La famiglia Arbucci da tre generazioni si occupa di produzione di olio d’oliva, l’esperienza è la competenza maturata nel tempo è garanzia di qualità. La produzione è di circa 10mila quintali ed i mercati sono essenzialmente quello regionale anche se , per effetto della partecipazione a fiere ha avviato proficui rapporti commerciali con diversi Paesi UE L’azienda che produce anche nocciole, ha usufruito di vari finanziamenti del PSR.

Ad attendermi al Frantoio Arbucci c’erano imprenditori agroalimentari e rappresentanti istituzionali del territorio con cui abbiamo animato una tavola rotonda dal titolo “A Passo di Azienda”. L’incontro promosso da Agrocepi Avellino con lo scopo di promuovere un momento di confronto diretto tra le imprese e le Istituzioni. Competitività, accesso al credito e accesso alla terra – ho spiegato - sono sicuramente le parole chiave che guideranno la stesura delle tipologie di misura di questo biennio di transizione e che forniranno la base solida su cui edificare il futuro PSR 23/27. Avremo sicuramente più attenzione per le aree interne che declinando agricoltura, turismo ed enogastronomia che possono davvero fare un decisivo salto di qualità in termini economici per far crescere il numero di turisti che scelgono le aree interne come l'avellinese. Ho avuto modo di parlare anche del ruolo dei Distretti agroalimentari che se ben strutturati e aggregati in un'ottica di filiera possono contribuire allo sviluppo delle eccellenze agroalimentari regionali. Ho illustrato anche il programma di comunicazione e programmazione che abbiamo intenzione di mettere in campo per valorizzare le filiere regionali agroalimentari e per imprimere una nuova forza al nostro sistema agroalimentare. è stata una bella e meritoria iniziativa Ringrazio gli intervenuti per i preziosi contributi che hanno portato alla discussione, il Sindaco di Avella e Presidente della Provincia Domenico Biancardi, Biagio Arbucci del Frantoio omonimo, Francesco Sodano e Alfonso Ciervo, rispettivamente, coordinatore provinciale e regionale Agrocepi, Sabato Castaldo DAQ Campania in Guscio, Corrado Martinangelo presidente nazionale Agrocepi e tutti gli imprenditori presenti".

Visita al salumificio 

La giornata è proseguita con la visita delle Aziende del territorio. Seconda tappa a Mugnano del Cardinale per visitare l’Azienda Corbusiero (#Agrivisit161) che dagli anni 30 produce salumi di qualità. Oggi l’azienda è condotta dalla nuova generazione della famiglia, molto dinamica e coesa e soprattutto ancorata alla tradizione ed ai principi trasmessi dai genitori. "Conoscenza profonda delle tecniche di miscelazione dei diversi tagli, della giusta quantità di spezie e del processo di asciugamento, mista alla sapienza maturata in anni di lavorazione, conferiscono ai prodotti una qualità superiore - ha detto Caputo - L’azienda che nel futuro stabilimento potrà contare su una superficie di 20000 mq, ha 12 dipendenti e un fatturato di 1,8 mil annui. Ho spiegato a Paolo Corbusiero che nella prossima programmazione, con la misure del PSR si abbatteranno molti dei vincoli che non hanno permesso all’azienda di accedere ai finanziamenti fini ad oggi". 

Visita azienda di nocciole 

Terza tappa all’Azienda agricola Sodano (#Agrivisit162) che ha i suoi stabilimenti tra Monteforte irpino ed Avella. L’Azienda è specializzata nella produzione, lavorazione e trasformazione di nocciole e arachidi ma anche frutta secca e semilavorati, impegnata da qualche anno nella valorizzazione della nocciola “Mortarella” l’avellana , racconta con i suoi prodotti una storia millenaria di tradizioni e di culture che si sono avvicendate in questi territori e che hanno arricchito un patrimonio gastronomico unico al mondo.

"Questa grande ed inimitabile eredità permette oggi all’azienda di offrire prodotti dal gusto autentico e dall’altissima qualità, valorizzando la bontà di un territorio vocato all’eccellenza. Innovazione, Sicurezza, Ricerca e Sviluppo che comincia dalla selezione dei prodotti, prosegue nelle fasi di trasformazione fino ad arrivare ai consumatori finali dove grazie al costante aggiornamento tecnologico unito all’antica sapienza riesce a garantire il miglior prodotto di sempre. Anche questa è un azienda a conduzione familiare grazie alla tenacia dei due fratelli Chiara e Francesco. 1,5 mil fatturato, i prodotti che erano private lables oggi escono a marchio proprio direttamente in gdo o come semilavorati per l'industria dolciaria. Particolarmente interessante l’attenzione ai prodotti energetici a basso contenuto di colesterolo".

Una visita che è proseguita nel noccioleto con Felice Napolitano. "Un Agronomo all'altezza (2 metri e 05 la sua altezza) con piacere ascolto il giovane Felice che mi descrive le caratteristiche e le proprietà dei noccioli e delle patologie a cui le piante sono soggette per le contaminazioni con specie non autoctone. 

Anche questo AgrinTour è stato ricco di spunti che come sempre porto a casa e canalizzo per le mie iniziative in favore dell’agricoltura campana. Ringrazio tutti quelli che mi hanno accompagnato oggi a partire dal gruppo dirigente di Agrocepi. Un ringraziamento particolare va al mio amico Corrado martinangelo per l’attenzione e l’itelligenza con cui guarda all’Agricoltura della nostra regione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le nocciole, l'olio e i salumi della Bassa Irpinia al centro dell'Agritour dell'assessore Caputo

AvellinoToday è in caricamento