“Meridionali inferiori”, archiviata la querela a Feltri: le parole del Tribunale

Secondo il tribunale di Milano si tratta di “ignoranza preconcetta ma non è reato”

"Credo che in molti casi i meridionali siano inferiori”.A pronunciare questa frase nel corso di una trasmissione televisiva fu Vittorio Feltri, editorialista del quotidiano ‘Libero’. Parole durissime che furono oggetto di una querela da parte di un pool di avvocati napoletani che si rivolsero alla procura di Milano per denunciare la condotta dell'ormai ex giornalista.

A mesi di distanza il gip del tribunale di Milano ha deciso di archiviare la posizione di Feltri. Secondo il magistrato le sue parole non sono reato. In ogni caso il magistrato, nella motivazione al decreto di archiviazione, ha espresso un giudizio ancora più duro, se possibile, del rinvio in aula della vicenda. Il giudice ha infatti definito le parole di Feltri “pur di un certo peso e moralmente deprecabili sarebbero prive di rilevanza penale in quanto rientranti nelle manifestazioni di pensiero caratterizzate da antipatia e insofferenza”. In ogni caso il magistrato considera quelle parole frutto di “ignoranza preconcetta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perturbazione nevosa in Irpinia: ecco tutti i comuni che scelgono di chiudere le scuole

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

  • Covid, nuovo studio rivela: "In Campania individuata la variante spagnola"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento