menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mascherine introvabili, liti nelle farmacie: "La gente è stanca"

Il consigliere Cambareri: "Le mascherine tanto annunciate sono inesistenti”

?Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’imprenditore e consigliere caudino, Cambareri:

In questi giorni ho effettuato un giro in diverse farmacie della Valle Caudina, e supportato inoltre dalle molteplici segnalazioni di cittadini, ho a ppreso a  malincuore che  le mascherine  con il prezzo ‘calmierato’  (per intenderci quelle a 50 centesimi o al massimo 1 euro) tanto annunciate ad alta voce dal Governo e dalla Regione Campania, sono incredibilmente introvabili.   Senza dubbio sono settimane che avrebbero già dovute essere in circolazione nella Valle Caudina e in tutta Irpinia, considerato il vantarsi eccessivo da parte della Regione Campania che ebbe a dire: “Abbiamo prodotto milioni di mascherine (anche economiche) e quindi devono utilizzarle tutti”.  A mio parere n iente di più ipocrita. Il  problema,  per ora ancora molto evidente e marcato , è il passaggio dall a teoria alla pratica, più schiettamente dalle chiacchere ai fatti.  E il  tempo  che ci vuole per farlo.  Purtroppo  l’annuncio,  già  amaramente  lontano,   simbolo di una grande inefficienza,  ha  letteralmente  mandato in tilt il mercato: chi ha potuto ha annullato tutti gli ordini superiori al prezzo fissato dal governo.

E’  partita la caccia al  fornitore meno caro , ammesso e non concesso che i produttori non locali non si siano rivolti altrove, visto che l’iniziativa di fissare il prezzo non è stata concertata a livello  comunitario F ino a quando questa merce, o quella dello Stato, non sarà consegnata  in maniera seria e decisa , molte farmacie saranno a secco di mascherine chirurgiche  economiche Siamo p roprio alla vigila della  data  del  18  maggio  c he è ormai dietro l’angolo,  chia v e soprattutto per attività commerciali.  E così -  continua Cambareri  -  non resta che vendere le  Ffp2 , le cosiddette “egoiste” (quando hanno il filtro) perché tutelano chi le indossa ma non chi le incontra, oppure quelle  riutilizzabili . Entrambe però sono decisamente più care delle chirurgiche e non hanno prezzo calmierato.  Le mascherine economiche sono inesistenti, già finite in poche ore e da più e più giorni E tutti coloro che non possono permettersi di acquistare quelle a prezzi più alti? A loro cosa diciamo?

Devo dire che s pesso chi non le trova se la prende con le farmacie, anche se non ci sono responsabilità da addossare a quest’ultime,  e ciò dispiace molto. Una guerra tra simili, potremmo dire così. Di questo passo c ’è la possibilità   che  nella Valle Caudina e non solo,  si  vadano a  creare  pure tafferugli e intemperanze tra le persone in attesa fuori dall e  farmaci e.   T ra l’altro  in tutta Italia  sono migliaia  i disordini e in questo ambito  non è esclusa di certo l’Irpinia e naturalmente  la Valle Caudina.  Perchè si deve arrivare a tutto questo? La gente è stanca, stanca sul serio.  Finora - conclude Cambareri  -  chi è meno abbiente non ha potuto vedere neanche un miraggio delle mascherine “calmierate”, se non qualche fortunato estremamente raro. Quanto aspettare ancora? Più fatti e meno chiacchere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento