menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mafalda De Simone: "Gli influencer devono saper trattare anche temi delicati ed essere un modello per i giovani"

Avellino Today ha intervistato la 26enne di Mirabella Eclano, tra le influncer più seguite in Italia

Avellino Today ha intervistato Mafalda De Simone, 26enne di Mirabella Eclano, tra le influncer più seguite in Italia. Mafalda, complici anche numerosi interventi su temi controversi e tremendamente attuali, ha saputo ritagliarsi il suo spazio tra i profili più interessanti del panorama.  

“Tutto è iniziato nel 2016. Ho sempre avuto una grande passione per la fotografia, la moda e, all’inizio, condividevo tutto su Facebook. Sentivo, però, che non era il social adatto a me. Successivamente ho conosciuto la piattaforma di Instagram che, certamente, per caratteristiche, si adatta maggiormente alle mie esigenze”.  

Facebook e Instagram, due filosofie social estremamente diverse. 

“Assolutamente sì. Facebook è più adatto alla condivisione dei pensieri. Instagram, invece, valorizza le immagini e le fotografie. Sono estremamente diversi e, come hai detto tu, hanno anche una filosofia e una capacità di condivisione estremamente differente. Ovviamente, dipende anche dal pubblico cui ti vuoi rivolgere e, soprattutto, il tipo di messaggio che vuoi veicolare. Mi sono appassionata sempre di più e ho iniziato a curare come meglio potevo il mio profilo Instagram, avendo una particolare attenzione per gli scatti che condividevo nella mia gallery”.  

Questo è diventato il tuo lavoro ma, sicuramente, ti sei avvicinata ai social, in primis, per esprimere e affermare te stessa.  

"È vero. È iniziato tutto in maniera assolutamente naturale. Condividendo i miei scatti, poi – in seguito - è stato come se il mio messaggio stesse crescendo, quasi come se stesse vivendo una evoluzione e ho potuto farmi portavoce di temi sociali importanti, come il Cyberbullismo, Bodyshaming. Credo sia fondamentale parlarne. Un buon influencer deve saper trattare anche temi delicati ed essere d’esempio per i propri followers”.  

Questo, però, ha portato a confrontarti anche con situazioni estremamente difficili. Tu hai ricevuto anche delle minacce. Un problema nato dalla tua volontà di chiedere ai dirigenti scolastici degli istituti italiani e al ministero dell'Istruzione di dedicarsi anche all'insegnamento dell'utilizzo dei social network.  

“Sì ed è stato triste constatare che la mia proposta sia stata del tutto fraintesa. Sono sempre più convinta di quanto ho sempre affermato: le generazioni del futuro devono imparare a usare i social. Perché i loro familiari - se questo è il risultato -  non lo sanno fare. Ho ricevuto minacce di ogni tipo. Ed è triste constatare che questa è la realtà che viviamo”.  

Che consiglio daresti a chi sogna di seguire le tue orme? 

“È importante essere sé stessi. Rimanere sempre originali e creativi. Non è difficile, basta mostrarsi per quello che realmente si è nella vita di tutti i giorni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento