rotate-mobile
Attualità

La Casa sulla Roccia rinnova il servizio semiresidenziale per il trattamento delle dipendenze patologiche

La coordinatrice Maria Rosaria Famoso: "A disposizione degli utenti attività ergoterapiche, gruppi terapeutici e di auto aiuto e colloqui". Droghe in Irpinia, il dottor Straccia lancia l'allarme: "In aumento l'uso di crack e cocaina tra i ragazzi"

La Casa sulla Roccia rinnova il servizio semiresidenziale, un complesso di attività assistenziali che dal 1992 l'associazione di volontariato avellinese mette a disposizione a supporto degli individui con dipendenze patologiche e in condizioni di fragilità. Il servizio, disponibile nella sede storica di Rione San Tommaso dal 15 marzo 2022, prevede l'accoglienza di un totale di venti persone. Ad oggi, sono quindici gli utenti che si sono affidati al centro per la cura delle proprie dipendenze.

La Casa sulla Roccia rinnova il servizio semiresidenziale

Un servizio rinnovato per persone affette da dipendenze patologiche

"Negli anni, questo servizio aveva una veste differente. Accompagnava all'inizio del cammino assistenziale e, spesso, era la tappa conclusiva del percorso di affrancamento dalle dipendenze - spiega la coordinatrice de La Casa sulla Roccia, Maria Rosaria Famoso - oggi, anche dopo la chiusura della comunità terapeutica Punto Giovani di Serino, con il superamento della fase emergenziale dettata dalla pandemia e nel tentativo di rispondere alla mancanza del territorio e ad una nuova esigenza, siamo ripartiti con questa ristrutturazione".

"Semiresidenziale significa che gli ospiti arrivano alle 8.30 del mattino e vanno via alle 16.30, dal lunedì al sabato - aggiunge Maria Rosaria Famoso - per quanto riguarda le attività, ci ispiriamo al 'Progetto Uomo' di Don Mario Picchi, logicamente con una personalizzazione rispetto al bisogno. La giornata inizia con il famoso incontro del mattino, poi ci sono le attività ergoterapiche, i gruppi terapeutici e di auto aiuto e i colloqui. Le persone che ricevono questo servizio spesso lavorano o vanno a scuola, di conseguenza c'è una forte integrazione con gli altri attori istituzionali del territorio sia pubblici sia privati".

Straccia: "In Irpinia le dipendenze dall'alcol e da gioco d'azzardo sono in aumento"

Alla presentazione del nuovo servizio semiresidenziale de La Casa sulla Roccia era presente il direttore del Ser.D dell'Asl di Avellino Giuseppe Straccia che ha tracciato un quadro preoccupante riguardante le dipendenze patologiche in Irpinia: "Con l'apertura di numerose sale giochi e di wine bar ed in seguito all'aumento del disagio socio-economico, si evidenzia una crescita delle persone affette da gioco d'azzardo patologico e da alcolismo".

Allarme droghe: "Cresce l'uso di cocaina e crack tra i ragazzi"

Per quanto riguarda la dipendenza da sostanze stupefacenti, il dottor Giuseppe Straccia lancia un duplice allarme: cocaina e crack, droghe che provocano problemi psichici non trascurabili, sono sempre più diffuse tra i ragazzi e la società ha abbassato il livello di guardia diminuendo le campagne di prevenzione, finalizzate ad informare sugli effetti devastanti di tali sostanze: "In Irpinia, sta crescendo l'utilizzo di cocaina e di crack, che crea problemi di dipendenza associata anche a patologie psichiatriche. E' notorio che, un tempo, la cocaina si utilizzava negli ambienti più agiati, ora invece è largamente diffusa perchè il prezzo del crack si è abbassato. Inoltre, rispetto agli anni precedenti, c'è una minore attenzione da parte della società sulla pericolosità di queste due sostanze. Non se ne parla quasi più, invece in passato si organizzavano molti più incontri di prevenzione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Casa sulla Roccia rinnova il servizio semiresidenziale per il trattamento delle dipendenze patologiche

AvellinoToday è in caricamento