Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

La cantante irpina Benedetta Tirri selezionata per partecipare a “Musica contro le mafie”

Questo è il primo e più importante premio musicale europeo dedicato alla musica con tematiche legate al sociale e in particolar modo all’impegno antimafia

L’Associazione "Libera", dall’anno 2010, organizza il Premio Nazionale “Musica contro le mafie”; il primo e più importante premio musicale europeo dedicato alla musica con tematiche legate al sociale e in particolar modo all’impegno antimafia.

Possono partecipare al premio cantautori, band, rapper e ogni altro tipo di artista di ogni genere musicale.

Ha come fine quello di presentare e promuovere, al pubblico e agli addetti, nuove proposte  e nuovi progetti musicali del panorama italiano, senza esclusioni di generi musicali, e di offrire agli artisti e band partecipanti un’esperienza musicale e formativa utile per la costruzione di un percorso professionale nel mondo musicale e un importante riconoscimento all’impegno sociale, alla consapevolezza e alla cittadinanza attiva e responsabile.

Il Premio, sotto l’egida di Libera, fin dal primo momento ha creato rapporti di rete con partner speciali che, con il loro supporto, hanno contribuito ad ampliare lo spettro delle opportunità per i partecipanti.

Tra gli 800 selezionati, quest'anno, anche Benedetta Tirri. La giovane 23enne è nata a Solofra, in provincia di Avellino, e con la musica è subito amore. Benedetta coltiva questa passione da auto-didatta e scopre, grazie a un orecchio speciale, di riuscire a creare musica senza averla mai studiata. esordisce da indipendente con Ora Silenzio, dedicato al nonno che non c'è più. A febbraio 2020 incontra il produttore Alessandro Cecconi di MeltinaRecords che resta colpito dalla sua forte sensibilità. Insieme stanno lavorando al primo Ep con brani decisamente pop. 

Per sostenere Benedetta è possibile votare al seguente LINK

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cantante irpina Benedetta Tirri selezionata per partecipare a “Musica contro le mafie”

AvellinoToday è in caricamento