menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

#IoApro1501, Fipe Campania non aderisce: "Ma il governo cambi subito atteggiamento"

Di Porzio: "Le manifestazioni di piazza inevitabili"

La FIPE Campania prende le distanze dalla manifestazione #IoApro1501 pur condividendo le ragioni della protesta. L'iniziativa pacifica riguarda i ristoratori di tutta Italia che questa sera hanno deciso di restare aperti con servizio ai tavoli e accogliere i clienti anche dalle ore 18:00 in poi, andando di fatto contro il DPCM.

Di seguito le dichiarazioni di Massimo Di Porzio, titolare dello storico Ristorante “Da Umberto” e presidente della FIPE Campania

“Spero davvero che aderiranno in pochi – sostiene Di Porzio – questa è un’iniziativa che parla alla pancia, molti istintivamente sono portati ad essere d’accordo perchè siamo tutti stanchi e arrabbiati. Ma dobbiamo usare la testa in questo momento, ragionare e non creare ulteriori danni economici alle aziende”

“Le ragioni della protesta sono comprensibili – aggiunge – ma il metodo è assolutamente sbagliato. Non possiamo invitare i nostri associati ad infrangere la legge. Questa protesta può avere gravi conseguenze. Oltre alla sanzione pecuniaria e alla possibile sospensione dell’attività, per chi vi aderisce si può configurare anche un reato penale.

“Noi di certo non esporremo i nostri esercenti a prendere una posizione per la quale potrebbe venirgli contestato un reato contro la salute pubblica. Come Fipe e Confcommercio Campania abbiamo organizzato ben tre manifestazioni pacifiche nei mesi scorsi, per evidenziare la catastrofe che ha investito il mondo della ristorazione e dell’intrattenimento, ed il commercio in generale. Ma il Governo e la Regione Campania devono cambiare completamente atteggiamento nei confronti del nostro settore, altrimenti proteste e manifestazioni di piazza saranno inevitabili”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento