menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua la lotta contro il Covid di Sanseverino: "Non bisogna abbassare la guardia"

Il medico continua il percorso riabilitativo

Le sue condizioni sono nettamente migliorate, ma la lotta personale contro il Coronavirus non è finita. Ne è consapevole il dott. Carmine Sanseverino, dirigente del Moscati, che in un'intervista a Il Mattino dice: "Ho salvato la pelle, ma sto ancora combattendo". Sanseverino è attualmente ricoverato a Villa dei Pini, dove sta effettuando un percorso riabilitativo che non sarà breve: "Sarà lunga, ci vorrà più di un mese per il recupero. Non riesco a camminare e nemmeno a usare gli arti superiori, non posso mangiare autonomamente. Non ho forza nella presa. Qualche giorno fa ho tolto il sondino naso-gastrico: assumo alimenti semiliquidi, cremosi”.

"Non bisogna abbassare la guardia"

Il peggio è passato, ma Sanseverino poco ricorda di quei momenti bui: “Nulla, solo quando mi hanno intubato. Del risveglio gli applausi. Quando ho visto la tracheotomia sono rimasto perplesso perchè ho capito che erano trascorsi diversi giorni. Il contagio? Probabilmente, non da un paziente ma nelle “retrovie” dell’assistenza. A contatto, cioè, con colleghi o collaboratori in ospedale, quando si allentano un po’ le difese di protezione. E’ stato brutto perché non capivo di preciso cosa stesse accadendo, non avevo una prognosi attendibile”. Poi un appello sui rischi attuali di contagio: “Occorre proteggersi sempre e ovunque. L’infezione può arrivare anche ora nei modi più strani e insoliti, non bisogna abbassare la guardia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Atripalda, ritrovate strutture murarie di epoca romana

Attualità

Stop ai vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson dal 2022

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento