rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Attualità San Michele di Serino

BigMama: "L'Irpinia è la mia terra ma non dimentico il profondo malessere che ho provato"

Avellino Today ha intervistato la rapper di San Michele di Serino, BigMama, al secolo Marianna Mammone. BigMama ha incantato tutti dal palco del Primo Maggio, con una esibizione forte e carica di personalità

Un pezzo d'Irpinia al Concertone del Primo Maggio a Roma. La rapper di San Michele di Serino, BigMama, al secolo Marianna Mammone, si è esibita sul palco di uno dei più grandi eventi di musica gratuiti, che si svolge ogni anno per celebrare la Festa dei Lavoratori, davanti a 300.000 persone in Piazza San Giovanni in Laterano. BigMama s’è presentata sul palco di Roma con due brani - Poker e Body positivity - trasmettendo messaggi importanti legati al bullismo, di cui ne è stata vittima da piccola, e al body shaming. Da sempre, l'artista irpina si è distinta per i temi forti, attuali e di carattere sociale che sceglie di comunicare attraverso le sue canzoni e lo ha fatto anche questa volta, al concertone del Primo Maggio. Marianna si è aperta ai microfoni di Avellino Today e ne è uscita una lunga intervista, in cui sono stati trattati anche temi molto delicati: “L’emozione che ho provato esibendomi sul palco del Primo Maggio è stata enorme, veramente difficile da descrivere. Avevo anche un po' d’ansia, perché si trattava di una cosa enorme. Però è andata bene e sono soddisfatta della mia esibizione”.

Tu sei originaria di San Michele di Serino, qual è il tuo rapporto con l’Irpinia?

“Mi viene da dire che c’è un rapporto di amore e odio. Io, quando abitavo ad Avellino, non sono stata trattata bene. A cominciare dal punto di vista musicale poichè, in una realtà come Avellino, è come non esserci. Poi, ovviamente, sono stata trattata male anche sotto l’aspetto strettamente sociale. Senza ombra di dubbio le mie origini sono irpine, la mia famiglia vive in Irpinia e, ogni volta che torno, sono felice di rivedere la mia terra; però non posso dimenticare il profondo malessere che ho provato. Però, se vogliamo vederla da un altro punto di vista, mi ha spinto a guardare oltre la provincia e a cercare fuori la mia strada”.

Tu tratti spesso l’argomento del body shaming. Certamente, per una giovane della tua età, questo è un evidente segno di maturità.

“Sicuramente vivere da sola mi ha molto aiutata a capire. Sono cresciuta molto e ho fatto molte esperienze. Poi, chiaramente, bastano i miei testi – uniti a una mia foto – per trasmettere un messaggio di Body positivity. Se io mi esibisco su un palco con un vestito attillato lancio già un messaggio. Di solito non piace vedere un corpo grasso con un vestito attillato, ma a me piace. Mi piace perché lo reputo provocante, mi piace perché lo reputo sexy e quindi continuerò a indossarlo; infischiandomene di quali siano i consueti canoni di bellezza”.  

Le tue sonorità sono moderne e coinvolgenti. Come hai creato il tuo stile così personale?

“Io adoro sperimentare. Mi piace cercare sempre qualcosa di diverso, collegandolo a dei versi particolari. Ascolto da sempre musica diversa e desueta. Penso che la sperimentazione sia la chiave ideale per trovare il proprio percorso artistico”.

Che messaggio vuoi dare a tutti coloro che non ti hanno trattato col dovuto rispetto e che, adesso, hanno potuto ammirarti sul palco di Piazza San Giovanni?

“Vorrei dirgli soltanto che sono degli sfigati! Io sono sempre stata molto diretta e molto spontanea e, quindi, anche molto rancorosa. Se qualcuno mi avesse contattato per chiedermi scusa, ti dico la verità, le avrei accettate e l’avrei visto come un gesto di grande maturità. Ma chi mi contatta, adesso, soltanto perché può ricavarci qualcosa dalla mia amicizia, può essere definito solamente sfigato”.

Biografia di BigMama

BigMama, nome d’arte di Marianna Mammone, nasce nel 2000 ad Avellino e vive in un piccolissimo paese di provincia (San Michele di Serino), prima di arrivare nel 2019 a Milano. Si avvicina al mondo del rap nel 2013 quando scrive i suoi primi testi e li registra nella sua cameretta per poi pubblicare le sue canzoni su YouTube.

BigMama è lo scudo di Marianna, l’alterego artistico che le permette di affrontare le sue fragilità e mostrare al mondo le sue cicatrici attraverso la musica. Le sue canzoni si distinguono per un carattere forte, anche quando tratta argomenti intimi e spicca all’orecchio la padronanza che ha nel rap tra flow, wordplay e linguaggio.

Nel 2019 si trasferisce a Milano e pubblica una serie di brani sulle varie piattaforme di streaming, “77”, seguito nei due mesi successivi dalle uscite di “Lights Off” e “Amsa”. Si tratta di tre freestyle che dimostrano a 360° il talento di BigMama e la voglia di dimostrare come oggi le figure femminili nel rap abbiano sempre meno un ruolo marginale.

Nel 2020 entra a far parte dell’etichetta Pluggers con la quale inizia un nuovo percorso che parte dal singolo “Mayday” prodotto da Lester Nowhere che cura la parte strumentale anche del secondo singolo di BigMama, “Formato XXL”, uscito in esclusiva per Real Talk.

Queste due canzoni hanno catalizzato le attenzioni dei media di settore verso la rapper di Avellino ed è stata inserita da Red Bull nella lista dei migliori artisti rap da tenere d’occhio: “BigMama ha flow, rime ed energia come forse nessun altro in questa lista”.

A inizio 2021 partecipa all’album di Inoki “Medioego” nella traccia “Mani” e poi a giugno dello stesso anno inizia la collaborazione con Epic/Sony Music Italia e pubblica il singolo, “TooMuch” prodotto da Crookers.

BigMama è una delle giovani più interessanti del panorama musicale italiano e viene infatti scelta da Spotify come una delle dieci artiste di RADAR Italia, il programma globale della piattaforma di streaming nato per supportare i talenti emergenti nei vari paesi.

Ad ottobre 2021 esce un nuovo singolo, “Così Leggera” prodotto da Crookers e No Label nel quale la rapper di Avellino non ha paura di mostrare il suo lato più fragile in un'altalena di emozioni tra paure e speranze, gioia e tristezza, mischiando i racconti di una relazione finita in passato con la sua storia attuale.

Nello stesso mese viene scelta da Dr. Martens e MI AMI per il progetto Tough As You e sale sul palco del Circolo Magnolia a Milano conquistando tutto il pubblico. Qualche settimana dopo invece il suo talento dal vivo sconfina la realtà e si esibisce con LIVENow per il primo concerto di un’artista italiana nel metaverso.

Il 2022 di BigMama inizia alla grande: è la testimonial di Zalando per #voceallostile per il quale reinterpreta il classico “Nessuno mi può giudicare” di Caterina Caselli e il suo volto finisce sui cartelloni pubblicitari più importanti di Milano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BigMama: "L'Irpinia è la mia terra ma non dimentico il profondo malessere che ho provato"

AvellinoToday è in caricamento