menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Campania indice Rt alle stelle, De Luca: "Evitare tutte le occasioni di contatto"

La Campania, già in zona rossa, supera il tetto dei 3mila casi in un giorno

Gli effetti della zona rossa in Campania ancora non si vedono e il presidente Vincenzo De Luca corre ai ripari con una nuova ordinanza che restringe le possibilità di contatto con la chiusura di parchi, ville e mercati. 

"Risulta indispensabile scongiurare i rischi connessi agli assembramenti ed affollamenti nei luoghi pubblici - scrive - Si raccomanda alla popolazione di evitare tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio contesto abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile". 

Il contagio, complici le varianti si sta dilagando e a quanto scrive nell'ordinanza numero 7 del 10 marzo 2021 la Regione Campania, è fuori controllo. Ieri è stata superata anche la soglia dei tremila positivi nella regione.

Indice Rt

Nell'ordinanza viene riportata la "proiezione dei dati degli indicatori di sorveglianza a valori di Rt pari a 1,76 con una incidenza di malattia a sette giorni di 285 per 100.000 abitanti, molto al di sopra della  media nazionale, pari a 206,9 per 100.000 abitanti e una percentuale di positività pari al 10.9", un dato allarmante se si pensa che la Campania finora era sempre stata sotto l'indice Rt 1. 

A tali gravissimi dati, si aggiunge un altro fattore: stanno aumentando i morti e gli accessi ospedalieri. 

"l'accresciuta necessità di accesso alle cure sub-intensive ed intensive fa registrare, alla data odierna pressanti richieste di nuovi accessi alle cure ed  un accresciuto livello del grado di cure richieste, in costante ed esponenziale aggravamento anche rispetto all’ultima rilevazione riportata nel Report della Cabina di regia.  Alla data odierna il rischio di soglie critiche di  occupazione dei posti letto in area medica e terapia intensiva disponibili a livello regionale nei prossimi 30 giorni risulta ulteriormente aggravato, rispetto all’ultimo report, superando la probabilità del 50 %."

In questo contesto l’ordinanza che vuole limitare gli assembramenti e ridurre il contagio:

“Nel riportato contesto regionale e tenuto conto del gravissimo grado di diffusività delle varianti ampiamente rilevate sul territorio, risulta indispensabile provvedere urgentemente al fine di scongiurare i rischi connessi agli assembramenti ed affollamenti nei luoghi pubblici, quale indispensabile strategia di prevenzione di un ulteriore aumento dei contagi e dei decessi”. 

L'ultimo bollettino 

I tamponi analizzati ieti sono 25.867 (di cui 3.615 antigenici). Il tasso di positività è pari all'11,72%. I casi totali di coronavirus in Campania dall'inizio dell'emergenza sono 292.608 (di cui 9.289 antigenici), i tamponi complessivamente analizzati sono 3.151.955 (di cui 146.848 antigenici).Il totale dei decessi in Campania dall'inizio della pandemia da Covid-19 è 4.576. Sono 1.814 i nuovi guariti: il totale dei guariti sale a 195.605. In Campania sono 143 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 1.471 quelli ricoverati in reparti di degenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Atripalda, ritrovate strutture murarie di epoca romana

Attualità

Stop ai vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson dal 2022

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento