Attualità

Il cartellone di festAmbiente Avellino si apre con il censimento delle bici in città

Questa mattina Legambiente Avellino e FIAB Avellino, in occasione della Settimana della Mobilità Sostenibile hanno allestito due check-point per monitorare i flussi di ciclisti in città

Questa mattina Legambiente Avellino e FIAB Avellino, in occasione della Settimana della Mobilità Sostenibile hanno allestito due check-point per monitorare i flussi di ciclisti in città.
Durante le 4 ore di monitoraggio, suddivise tra Piazza Kennedy e Corso Vittorio Emanuele sono state contate 60 biciclette e 11 monopattini, per la somma di 71 mezzi sostenibili.

Antonio Di Gisi, presidente di Legambiente Avellino ha dichiarato: “Questa iniziativa parte da una lecita domanda, quanto è utilizzata la bici ad Avellino per gli spostamenti urbani? Oggi abbiamo senza altro provato a capire quanto la mobilità sostenibile cambierebbe la fisionomia della nostra città. Avellino insieme ai comuni limitrofi, possono ripensare agli stili di vita e gli assetti del territorio diventando, per davvero, una cittadina europea. È un importante obiettivo che bisogna darsi per migliorare la qualità della vita, non possiamo dimenticare che solo qualche giorno fa, secondo il rapporto di metà anno Avellino è risultata la terza città della penisola con l’aria più inquinata. Le nostre città, piene di smog, hanno bisogno di una mobilità più sostenibile, e anche noi. Il nostro obiettivo è quello di vivere una città dei 15 minuti, una città in cui tutti i servizi siano a disposizione dei cittadini ad una distanza massima di 15 minuti in bicicletta o a piedi. ”

 “Anche se pochi se ne accorgono, in città esiste una minoranza silenziosa che utilizza regolarmente la bici per i propri spostamenti. Al di là dei dati che raccoglieremo oggi, con questa azione di monitoraggio desideriamo mostrare che queste persone esistono.  Abbiamo modo di pensare inoltre, che questa minoranza potrebbe crescere fino a diventare numericamente molto rilevante, con risvolti sensibilmente positivi sulla qualità dell'aria, sulla scorrevolezza del traffico e sulla salute psico-fisica dei cittadini. Affinché questo possa realizzarsi, è necessario che i ciclisti urbani siano messi nella condizione di potersi spostare in modo capillare e, soprattutto, in sicurezza. Grazie al Decreto Rilancio, che ne ha introdotto l'obbligo per i comuni superiori a 50.000 abitanti, anche Avellino si è dotata di un Mobility Manager. Ci farebbe piacere, dunque, che il Comandante Michele Arvonio, recentemente nominato Mobility Manager, dichiarasse pubblicamente quali sono gli obiettivi del suo mandato, se ha intenzione di lavorare in questa direzione e quali provvedimenti intende adottare nel breve, nel medio e nel lungo periodo. “ afferma la sezione della FIAB di Avellino.

Prossimo appuntamento di festAmbiente sarà ancora una volta dedicato alla mobilità sostenibile ed in particolare all’uso della bicicletta, un Aperibike plastic free lunedì 20 settembre alle 18.00  organizzato presso il Casino del Principe  con la collaborazione di: Fiab Avellino, Avionica, After Plastic e la Ciclostazione di Avellino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cartellone di festAmbiente Avellino si apre con il censimento delle bici in città

AvellinoToday è in caricamento