rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Attualità Mercogliano

Il cardinale Miglio a Montevergine per la conclusione dell’Anno Giubilare Verginiano: “Porto la presenza spirituale del Papa e il suo affetto per la comunità benedettina”

Nella solennità di Pentecoste la comunità benedettina e i fedeli hanno accolto l’inviato speciale del Pontefice. L’abate Guariglia: “Ogni chiusura per noi cristiani è una ripartenza”

"È la presenza spirituale di Papa Francesco ciò che vorrei far sentire oggi”, queste le parole del Cardinale Arrigo Miglio questa mattina al Santuario di Mamma Schiavona, così come l’ha definita anche il Pontefice, in occasione della chiusura delle celebrazioni del Nono Centenario della fondazione dell’Abbazia di Montevergine.

Nella solennità di Pentecoste la comunità benedettina e i fedeli hanno accolto l’inviato speciale del Pontefice. “Papa Francesco ha voluto che, così come per l’inizio dell’Anno Giubilare Verginiano, anche per la conclusione ci fosse un suo rappresentante a testimonianza del legame e dell’affetto del Papa verso questa comunità e la venerazione di Mamma Schiavona che significa la folla di poveri e di persone con problemi che salgono su questo monte e si affidano totalmente alla sua intercessione”, ha raccontato Miglio. “E oggi - ha aggiunto - sentire la sua presenza spirituale qui significa anche fare una preghiera per la pace, sappiamo quanto lui si spenda per questo tema e con la mia presenza vorrei incoraggiare tutti ad essere costruttori di pace”.

Pochi giorni fa il Papa ha ricevuto la comunità benedettina 

Papa Francesco proprio qualche giorno fa ha ricevuto la comunità benedettina in Vaticano. “Ogni chiusura per noi cristiani è una ripartenza - ha dichiarato l’abate di Montevergine Riccardo Luca Guariglia -. Ora ripartiamo con uno slancio soprattutto missionario come ci ha detto Papa Francesco che ci ha ricevuto in udienza lunedì scorso. Noi, su questo monte, possiamo davvero essere sentinelle per portare l’annunzio del Vangelo nel mondo”.

Non solo fede, l’obiettivo della comunità benedettina vuole essere anche quello di sensibilizzare la politica sulla rivitalizzazione delle aree interne. “Quello che vogliamo fare è dare voce alle persone, soprattutto a coloro che non hanno voce - ho sottolineato l’abate -. Vedere queste aree spopolarsi fa male al cuore e alla comunità per quelle persone costrette a lasciare la propria terra d’origine per andare altrove”.

Il bilancio dell’Anno Giubilare Verginiano

Si tratta di un bilancio positivo, quello descritto dall’abate Guariglia, per l’Anno Giubilare Verginiano che volge al termine. “Tanti i pellegrini che sono arrivati a Montevergine. Dopo il tragico periodo del Covid che abbiamo vissuto, sono tornati ancora più numerosi. Quest’anno sono tornati anche coloro che vivono all’estero, i nostri emigrati che sono veramente tanti e che tornano sempre a salutare la Madonna di Montevergine”.

Presente anche il segretario della Farnesina Riccardo Guariglia “La presenza del Ministero degli Esteri oggi è importantissima. Noi lavoriamo per la pace in tutte le aree dove è necessario, lavoriamo per cercare di aiutare tutti, in particolare in Medio Oriente per le popolazioni che vivono momenti di grande sofferenza e lavoriamo con iniziative di pace e col dialogo con tutte le parti coinvolte, anche per quanto riguarda in conflitto in Ucraina. Ma anche per spingere verso il dialogo interreligioso e per lo sviluppo, come ha detto il mio omonimo, l’abate Guariglia, delle aree italiane dimenticate. Il Ministero degli Esteri ha avviato una bellissima iniziativa che si chiama turismo delle radici che serve ad invogliare le comunità italiane che sono all’estero, gli italodiscendenti che sono più di 50 milioni all’estero, a tornare alle loro radici, anche con investimenti. Qualcosa che già sta succedendo ma che spingiamo affinché possa ulteriormente svilupparsi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cardinale Miglio a Montevergine per la conclusione dell’Anno Giubilare Verginiano: “Porto la presenza spirituale del Papa e il suo affetto per la comunità benedettina”

AvellinoToday è in caricamento