Attualità

Ad Avellino ‘Guida in Sicurezza ACI’ per il 232° Reggimento Trasmissioni dell’Esercito Italiano

Questa mattina si è svolto l’evento ‘Guida in sicurezza ACI Ready2Go’ riservato al 232° Reggimento Trasmissioni dell’Esercito Italiano e al personale della Polizia di Stato, presso il parcheggio antistante lo Stadio Partenio-Adriano Lombardi, ad Avellino

Ad Avellino tre giorni di Guida in Sicurezza per il Reggimento Trasmissioni (18, 19 e 20 giugno) in collaborazione con l’Automobile Club di Avellino, gli istruttori ACI Ready2Go e la Polizia di Stato. Si tratta del sesto progetto realizzato dall’Automobile Club d’Italia che coinvolge l’Esercito Italiano considerando Torino, Cuneo, Cagliari, Sassari, Salerno con la Brigata Taurinense e il Reggimento Logistico Garibaldi.

"L'Istituzione Polizia di Stato ringrazia di vero cuore l'Automobile Club per averci consentito di partecipare a questa manifestazione, che è anche un corso di formazione per i nostri operatori del servizio di volante, presenti qui oggi", dichiara Renato Alfano, Dirigente della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale (P.A.S.). "È infatti per noi fondamentale affinare le abilità di guida, soprattutto per coloro che possono essere chiamati a intervenire in situazioni di emergenza. Devono essere in grado di coniugare la sicurezza stradale con l'esigenza di raggiungere un determinato luogo nel più breve tempo possibile, ovviamente nel rispetto delle normative vigenti e delle nuove potenzialità degli operatori stessi. Ho diretto la Polizia Stradale di Avellino per circa 5 anni, dal 2015 al 2020, quindi conosco bene le criticità di queste tratte stradali nella provincia di Avellino. Però, voglio dire, i comportamenti di guida più pericolosi, più lesivi della sicurezza stradale, sono sempre gli stessi e sono ricorrenti. Purtroppo, le distrazioni alla guida, in primis l'uso improprio del telefonino, sono ancora frequenti, nonostante se ne parli tanto e si faccia tanta prevenzione. Un altro aspetto fondamentale è l'alterazione alla guida, quindi la guida sotto l'influenza dell'alcol o di sostanze stupefacenti. Come Polizia di Stato, continuiamo a fare interventi specifici per la repressione di questi comportamenti, specialmente il sabato sera, mettendo su strada anche il nostro medico, il medico della Polizia Stradale, insieme alle volanti della questura. Periodicamente, facciamo questi controlli specifici per arginare tali fenomeni". 

Ad Avellino ‘Guida in Sicurezza ACI’ per il 232° Reggimento Trasmissioni dell’Esercito Italiano

Lo scopo è quello di formare e sensibilizzare il personale dell’Esercito, e non solo, sulle principali tematiche dell’educazione stradale e della sicurezza. Due i cicli quotidiani di formazione del progetto ad Avellino: 2 ore di teoria presso la sede della Caserma Berardi, viale Italia n. 54, 3 ore di test-drive presso il piazzale messo a disposizione dal Comune di Avellino, coinvolti oltre 150 militari del 232° Reggimento Trasmissioni. Nel corso della parte teorica sono stati affrontati i concetti fondamentali della Guida in Sicurezza utili a prevenire un incidente stradale: a partire dal rispetto dei limiti di velocità, della sicurezza attiva e passiva, fino ad arrivare alla necessità di mantenere sempre la massima concentrazione al volante. La parte pratica, invece, è iniziata illustrando la corretta posizione di guida, per poi affrontare lo slalom dinamico, l’utilizzo del dispositivo Abs ed alcuni esercizi su fondo a scarsa aderenza con evitamento dell’ostacolo.

“E’ importante che tutti i conducenti sappiano affrontare in maniera corretta le insidie che possono incontrare al volante della propria auto – ha dichiarato Stefano Lombardi, presidente dell’Automobile Club Avellino. A maggior ragione i nostri militari del 232° Reggimento Trasmissioni, orgoglio dell’Esercito Italiano, che alla guida dei mezzi di servizio percorrono molti chilometri dovendo fare fronte, anche, a situazioni atmosferiche avverse. Sapere come reagire nei tempi e nei modi corretti fa la differenza quando si effettua una missione, è determinante, poi, saper affrontare in maniera efficace una situazione di pericolo per evitare di rimanere vittima di un incidente stradale”. “Si tratta di insegnamenti estremamente importanti anche quando si indossano gli abiti civili – ha continuato il presidente dell’Automobile Club Avellino – in quanto sulla strada il rispetto delle regole, la prevenzione e l’esperienza, in caso di pericolo, possono fare la differenza tra la vita e la morte. Ma non solo, quanto imparato viene trasmesso alle proprie famiglie e tra gli amici, amplificando in questo modo il numero di persone che apprendono le tecniche di guida in sicurezza”.

“La mobilità presente e futura, poi, deve basarsi non solo sul rispetto dell’ambiente, ma, soprattutto, sull’adozione di comportamenti corretti da parte di tutti: automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni, ma anche quelli a cosiddetta ‘mobilità leggera’, (monopattini e biciclette), sempre più utilizzati in città – ha concluso il presidente Lombardi. Gli ultimi dati della nostra città riportano nel 2022: 49 incidenti dove sono coinvolti i pedoni con 3 morti e 50 feriti.; 13 i sinistri in bici, (comprese le elettriche), con altrettanti feriti; 1 solo incidente con monopattino che ha comportato 1 ferito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad Avellino ‘Guida in Sicurezza ACI’ per il 232° Reggimento Trasmissioni dell’Esercito Italiano
AvellinoToday è in caricamento