rotate-mobile
Attualità

GdF Avellino, presentato il calendario storico 2023: ecco le immagini

Le dichiarazioni del comandante provinciale, Col. Salvatore Minale, relative alle attività svolte nel 2022 per garantire la legalità sul territorio e la sicurezza dei cittadini

Questa mattina, presso l'Aula Magna dell'Istituto "F. De Sanctis", il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino ha presentato il calendario storico 2023. Ecco le dichiarazioni del comandante, il colonnello Salvatore Minale, relative alle attività svolte per garantire la legalità e la sicurezza dei cittadini.

Col. Minale: "C'è un segnale di ripresa al termine di un anno difficile"

"In generale, si conclude un anno positivo. Ci siamo lasciati alle spalle, almeno in parte, l'emergenza Covid. C'è un segnale di ripresa nonostante i tanti altri problemi che si sono presentati - afferma il colonnello Salvatore Minale facendo un resoconto delle problematiche del 2022 - non è stato un anno facile perchè, dopo la pandemia, abbiamo avuto la crisi riguardante il settore petrolifero per cui l'azione è stata intensificata ottenendo risultati positivi. Quello che preoccupava cittadini ed imprenditori era il prezzo della benzina, che era salito notevolmente. Dopo aver superato in parte questo problema, si è affacciata la crisi energetica, che ha colpito soprattutto i piccoli imprenditori, alcuni dei quali sono stati costretti a cessare le proprie attività. Un dato preoccupante che ci ha spinto a selezionare ancora di più i nostri obiettivi. La nostra azione, ovviamente, è finalizzata a chi illegalmente è sul mercato".

La Guardia di Finanza di Avellino presenta il calendario 2023

Contrasto alla contraffazione

"La Guardia di Finanza spende tante energie per contrastare il fenomeno diffusissimo della contraffazione di merci. Lo facciamo totalmente cercando di bloccare l'ingresso di prodotti che provengono quasi esclusivamente dai paesi dell'Asia ma anche dalla Turchia e dal Libano. Poi, attraverso indagini capillari sul territorio, individuiamo zone di stoccaggio e di produzione e le organizzazioni criminali che si nascondono dietro alla contraffazione. Infine, vi è il sequestro dei proventi di questa illecita attività".

Truffa del Superbonus

"Abbiamo puntato l'attenzione dei reparti operativi nel contrasto degli illeciti nel settore dell'edilizia, verificando soprattutto la regolarità dei crediti percepiti con il Superbonus. L'attenzione è stata rivolta nei confronti dei soggetti che sono riusciti a percepire indebitamente risorse senza porre in essere alcuna opera". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

GdF Avellino, presentato il calendario storico 2023: ecco le immagini

AvellinoToday è in caricamento