Lunedì, 2 Agosto 2021
Attualità

Grottaminarda, l'Ispettore Superiore Armando Mirra è il nuovo Comandante della Polizia Stradale

Subentra al sostituto commissario Angelo Barbato

Armando Mirra è il nuovo Comandante della Polizia Stradale di Grottaminarda. Il sottufficiale originario di Apice (BN) subentra al Sostituto Commissario Angelo Barbato che dopo due anni di comando del Reparto è stato promosso al ruolo dei Commissari della Polizia di Stato e destinato alla Questura di Caserta.

Ha fatto parte della scorta del Giudice Falcone

L’Ispettore Superiore Mirra, 57 anni, vanta un ottimo curriculum: arruolato nel 1983, dopo aver frequentato il corso di formazione presso la Scuola di Polizia di Alessandria, veniva assegnato alla Questura di Livorno, con un lungo periodo di aggregazione all’ufficio scorte di Palermo, facendo parte della scorta al Giudice Falcone, durante lo svolgimento del Max-processo contro la mafia siciliana.

Nel 1989 giungeva presso la Polstrada di Grottaminarda e da allora ha espletato il suo servizio interamente nella Polizia Stradale, Specialità della Polizia di Stato. Nel corso degli anni, si è specializzato presso il Centro Addestramento della Polizia Stradale di Cesena e presso la Scuola Polizia Giudiziaria e Investigativa di Pescara. Nel 1994, vincitore di concorso entrava a far parte del ruolo dei sovrintendenti per sub-entrare dopo pochi anni nel ruolo degli ispettori.

Nel 2014 gli veniva conferita l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana". Responsabile della Squadra di Polizia Giudiziaria, Il suo nome è legato a importanti azioni di contrasto ai reati del codice della strada e alla lotta al contrabbando di sigarette, ai traffici di droga lungo l’asse viario della A16-Albania e al traffico e riciclaggio di veicoli rubati.

Il Comandante Mirra si è distinto in numerose e differenti attività operative, ottenendo innumerevoli riconoscimenti premiali. Ha svolto importanti operazioni di Polizia, “Operazione Centauro” sotto il coordinamento della commiata Dr. Daniela Tognon della ex-Procura della Repubblica di Ariano Irpino ed in stretta collaborazione con la Polizia tedesca e spagnola, ottenendo l’esecuzione di 25 ordinanze di custodia cautelari in carcere, l’"Operazione Incontro” con ben 28 ordinanze di custodia cautelare in carcere di gruppi criminali dediti al riciclaggio di veicoli rubati, truffe alle compagnie assicurative, sia a livello nazionale che internazionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grottaminarda, l'Ispettore Superiore Armando Mirra è il nuovo Comandante della Polizia Stradale

AvellinoToday è in caricamento