Giornate FAI di Primavera in Irpinia, superate le 4mila presenze

Un successo senza precedenti per l'attesissimo evento organizzato ogni anno dal FAI - Fondo Ambiente Italiano, giunto, ormai, alla sua 27° edizione. Avellino Today ha intervistato tutti i protagonisti di questa edizione

Le  Giornate FAI di Primavera, l'attesissimo evento organizzato ogni anno dal FAI - Fondo Ambiente Italiano, alla sua  27° edizione, giungono al termine e, senza ombra di dubbio, parlare di successo appare alquanto riduttivo. Le tappe irpine di questa edizione sono state letteralmente prese d'assalto dai visitatori che, con grande entusiasmo, hanno potuto vivere da vicino tutti i meravigliosi tesori che questo territorio ha da offrire. Avellino Today ha intervistato l'architetto Raffaele Troncone, Capo Delegazione FAI di Avellino:

"Sono profondamente soddisfatto del successo ottenuto da questa edizione delle Giornate FAI di Primavera in Irpinia. Tutte le nostre tappe  hanno riscosso un successo senza precedenti. Dall'Acquedotto ad Abellinum, così come la Chiesa di Sant'Ippolisto Martire, l'Altare della Sindone e tutte le sei tappe irpine, hanno ricevuto visitatori e apprezzamenti. Il bilancio finale parla di oltre 4mila presenze e il merito di tutto questo è sicuramente dei giovani che hanno contribuito a valorizzare come meglio non si poteva le bellezze del territorio. A me, personalmente, rimarranno sempre nel cuore le parole di un ragazzino che, al termine della visita guidata ha affermato: "Adesso ho finalmente capito la differenza che c'è tra il VISITARE e il VEDERE". 

Luca Bartoli, di Igers Avellino, non trattiene l'entusiasmo:

"La community di Igers Avellino si è riunita presso l'Abbazia di Loreto di Mercogliano, in collaborazione con la Delegazione FAI di Avellino, in occasione delle Giornate FAI di Primavera 2019. Abbiamo iniziato la nostra visita grazie ai ciceroni - gli studenti del Liceo Classico Virgilio Marone - che ci hanno descritto e mostrato  le bellezze, interne ed esterne, dell'Abbazia, descrivendoci anche tutti i prodotti realizzati dai monaci, spiegandoci nei minimi dettagli tutte le decorazioni presenti all'interno dell'Abbazia. E' stata una bellissima giornata. Abbiamo riscontrato una grande partecipazione da parte dei nostri followers. Siamo molto contenti di aver partecipato con la Delegazione FAI di Avellino. Una collaborazione che ci rende profondamente contenti e che, siamo sicuri, durerà ancora a lungo". 

Conclude la nostra serie di interviste Serena Giuditta, Delegata FAI Giovani Avellino:

“Questa edizione c’ha lasciato veramente sorpresi e soddisfatti del lavoro svolto; da parte di noi volontari del FAI Giovani Avellino ma anche di tutti i ciceroni coinvolti, i ragazzi delle scuole medie e dei licei irpini. Quest’ultimi, hanno mostrato un grande impegno; studiando con cura i beni che, successivamente, hanno minuziosamente descritto ai visitatori giunti da ogni angolo della regione. L’aver superato le 4mila presenze ci riempie di orgoglio e conferma, ancora una volta, che la consapevolezza di cosa sia il FAI, e del lavoro che svolge, si sta diffondendo sempre di più. Questo, sicuramente, avviene non soltanto nel corso delle manifestazioni nazionali, ma anche durante tutti gli eventi locali che svolgiamo durante l’anno. La partecipazione dei ciceroni, attraverso il progetto scuola, ci consente di migliorare la nostra riconoscibilità perché, leggere la soddisfazione negli occhi dei visitatori, oltre che in quelli dei ragazzi che hanno l’opportunità di riappropriarsi del proprio territorio, ci riempie di gioia. Rispetto alle scorse edizioni, è cresciuto il numero degli iscritti, degli amici FAI, e di tutti coloro che ci seguono. È andata molto bene anche la collaborazione con Igers Avellino perché, il lavoro con i social, con i followers, ci permette di raggiungere un pubblico diverso, più giovane, più digital, che successivamente sceglie di partecipare a questi eventi. Ancora, poi, abbiamo iniziato il contest fotografico che si concluderà a breve, su Instagram, con le pagine di Igers Avellino, Irpinia e Paesaggi Irpini e, in palio, ci sarà un’iscrizione al FAI. Invitiamo tutti i visitatori a rimanere in contatto con noi attraverso i social, le pagine Facebook e Instagram del FAI Giovani Avellino e FAI Delegazione Avellino. Possono contattarci tramite email. Tutti i riferimenti, appunto, sono reperibili sulle pagine social e sul sito nazionale”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Migliori bar di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Nuovo Clan Partenio, vent'anni di turbativa d'asta: si stringe il cerchio

  • Il mercato bisettimanale di Avellino trasloca

  • Medico muore durante il servizio notturno

  • Nuovo Clan Partenio, la custode giudiziaria è pronta a collaborare

Torna su
AvellinoToday è in caricamento