Giornate FAI d’Autunno 2020: "Metteremo in mostra alcuni dei tesori più belli della nostra Irpinia"

Quest’anno l’appuntamento con l’Italia più bella si fa in 4! Per permettere a tutti di visitare in sicurezza 1.000 luoghi straordinari del nostro Paese, le Giornate FAI d’Autunno raddoppiano su due weekend: 17 e 18 e 24 e 25 ottobre

Quest’anno l’appuntamento con l’Italia più bella si fa in 4! Per permettere a tutti di visitare in sicurezza 1.000 luoghi straordinari del nostro Paese, le Giornate FAI d’Autunno raddoppiano su due weekend: 17 e 18 e 24 e 25 ottobre. Un’occasione da non perdere per tornare a scoprire luoghi ancora poco conosciuti del nostro Paese e sostenere la missione del FAI. Per garantire un sereno svolgimento delle giornate di manifestazione, dal 6 ottobre grazie a una donazione di 3€ sarà possibile prenotare la propria visita sul sito www.giornatefai.it. La prenotazione, seppur fortemente consigliata, non è obbligatoria. Oppure puoi scegliere di iscriverti al FAI prima dell’evento e garantirti l'accesso alle aperture riservate agli iscritti FAISarà comunque possibile iscriversi al FAI anche in piazza durante i weekend dell'evento.

Queste le dichiarazioni di Michele Pontecorvo, Presidente Regionale FAI Campania: “In Campania stiamo vivendo un momento molto complesso a causa del Covid. Il FAI punta a rispettare gli impegni con la Regione Campania e, nel caso in cui ci dovessero essere disposizioni in merito, siamo pronti ad annullare, anche l’ultimo giorno, tutti gli eventi in programma. Abbiamo organizzato - con i delegati della Campania - percorsi di visita particolari e mirati che ci consentiranno di svolgere le visite in totale sicurezza. Il contributo della Regione è fondamentale e ci consente di svolgere il nostro impegno in maniera ottimale. Ringrazio, pertanto, la dott.ssa Romano e anche il presidente Vincenzo De Luca”.

Gli fa eco Rosanna Romano, Direzione Generale per le politiche culturali e il turismo per la Regione Campania: “Il FAI ci consente di far appassionare persone di ogni età al nostro tesoro culturale. Il lavoro che c’è dietro questi progetti è enorme. Noi veniamo dall’esperienza del 2019, con numeri eccezionali, con oltre 47mila visitatori presso i beni che sono stati aperti, che rappresentano l’attenzione per la trasmissione della conoscenza del nostro territorio. Non solo a livello locale ma anche a livello nazionale. In questo momento, con tutte le precauzioni del caso, sono certa che potremo fruire di tutte le nostre bellezze in totale sicurezza.

Le Giornate Fai d’Autunno 2020 in Irpinia

In provincia di Avellino sono due i siti da visitare in occasione delle Giornate Fai d’Autunno 2020: l’Acquedotto Augusteo del Serino, sito in località Villa San Nicola, Cesinali ed il Borgo di Castelvetere. Queste sono le dichiarazioni del Capo Delegazione FAI Avellino, Serena Giuditta:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per questa edizione speciale abbiamo deciso di far vivere ai visitatori un percorso in totale sicurezza e, quindi, all'aperto. Abbiamo, come sempre, diviso i due percorsi tra ambiente, natura e paesaggio e cultura, storia e religione. In particolare, nelle giornate del 17 e del 24 ottobre, saremo all’Acquedotto Augusteo del Serino, sito in località Villa San Nicola, per farvi scoprire non soltanto il fascino dell'antica costruzione di epoca romana, ma anche l'importanza di questa risorsa fondamentale, quale è l'acqua. Non è il primo anno che apriamo questo luogo, ma siamo consapevoli che è ancora importantissimo dare risalto a questa risorsa irpina. D'altro canto, ci concentreremo nelle due domeniche (18 e 25 ottobre) nell'apertura del Borgo di Castelvetere. Qui, tradizione, cultura e religione, si fondono alla perfezione nel nostro itinerario; che vedrà i luoghi più importanti del borgo. Una scenografia unica rimasta intatta nella storia. Il nostro itinerario si svolge seguendo il fil rouge della tradizione delle "Spunziatrici" aprendo i diversi luoghi che la vedono protagonista. Ci teniamo molto a ringraziare la grande disponibilità dell'ABC Napoli che, anche per questa edizione, ci affiancherà per garantire la massima sicurezza del luogo sensibile che andrete a visitare all’acquedotto. La solida collaborazione consiste anche nella formazione dei narratori e degli ex apprendisti Ciceroni, che oggi sono diventati parte della Delegazione FAI di Avellino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Monteverde a "L'Eredità"

  • Incidente mortale in moto: chi era Maria, professionista dal "gran cuore"

  • Coronavirus in Campania: De Luca chiude le scuole primarie e secondarie

  • Emergenza Coronavirus, il presidente De Luca ha firmato l’ordinanza

  • Shock a Mercogliano, 29enne trovato impiccato a un albero

  • Incidente fatale sull'A16, muore un 25enne irpino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento