menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avellino, Festa: "Sto immaginando di predisporre un secondo centro vaccinale"

Le dichiarazioni del sindaco di Avellino nel corso della videodiretta odierna: "Per quanto riguarda la pista ciclabile, se dovessero emergere responsabilità da parte di qualcuno non esiterò a prendere provvedimenti"

Ecco le dichiarazioni del sindaco di Avellino, Gianluca Festa, nel corso della videodiretta odierna: 

"Non posso non iniziare questo nostro consueto appuntamento facendo gli auguri alle nostre donne. Mamme, nonne, lavoratrici e studentesse. La colonna portante della società, oggi le festeggiamo ma, dobbiamo ricordarlo ogni giorno dell’anno. Veniamo, adesso, alla questione relariva alla campagna vaccinale: sto immaginando, infatti, di predisporre un secondo centro vaccinale perché, stamattina, il ministro Speranza ha comunicato la sua intenzione di ultimare la vaccinazione degli italiani entro questa estate. La soluzione del Campo Coni sta funzionando alla grandissima ma, in prospettiva, se riuscissimo ad avere molti più vaccini e – magari - ad assicurarci la presenza di ulteriore personale, allestiremo un secondo centro vaccinale presso San Tommaso. Questa zona comprenderà Quattrograne e Rione Mazzini. Puntiamo di raggiungere 10.000 persone. L’obiettivo è allestire un secondo centro vaccinale presso la palestra della scuola di San Tommaso, nei pressi della chiesa. Un altro luogo molto spazioso e facilmente raggiungibile per il distanziamento. Ma non soltanto: pensiamo anche al terzo. Presto avrò una interlocuzione con il presidente della Provincia, Biancardi, per mettere a disposizione alcune strutture  - palestre - per garantire 1000 vaccini al giorno”.  

Questione pista ciclabile 

"Per quanto riguarda la pista ciclabile, voglio innanzitutto ringraziare tutte quelle persone che con oggettività hanno affrontato l'argomento. Io ho avviato una verifica degli atti per una opportuna e indispensabile operazione verità. Se dovessero emergere responsabilità da parte di qualcuno non esiterò a prendere provvedimenti. Perché, se c'è stato qualche errore progettuale rispetto all'iter amministrativo, non è che la città può pagare questi errori. Ovviamente, anche a noi indignano alcune cose di questo progetto. Il nostro obiettivo è quello di mettere in piedi un piano di mobilità sostenibile globale con una rete di piste ciclabili integrata che non sia solo quella di viale Italia”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento