menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiorentino Sullo, Castelvetere sul Calore celebra il centenario dalla sua nascita

Il Comune di Castelvetere sul Calore ha convocato un Consiglio comunale straordinario con all'ordine del giorno l’istituzione di una biblioteca comunale e l’intitolazione a Fiorentino Sullo

Oggi, 29 marzo 2021, ricorre il centenario dalla nascita di Fiorentino Sullo, personaggio illustre della storia politica e culturale italiana. Il Comune di Castelvetere sul Calore ha voluto celebrare il suo concittadino convocando un Consiglio comunale straordinario con all'ordine del giorno l’istituzione di una biblioteca comunale e l’intitolazione a Fiorentino Sullo. Ecco le parole dell'Amministrazione Comunale di Castelvetere sul Calore, in occasione dell'anniversario odierno.

"Cercare di ripercorrere la storia personale, professionale e politica di Fiorentino Sullo è operazione assai complessa e direi superflua vista la conoscenza diffusa del nostro illustre concittadino. Altrettanto nota è la storia familiare di Fiorentino Sullo negli aspetti che lo legano profondamente alla nostra Provincia così come il contributo che Egli ha dato alla storia d’Italia e del Mezzogiorno. Ebbe la capacità di interpretare prima di tanti il cambiamento che attraversava la società dell’epoca e di proporre soluzioni innovative a problemi complessi. Grandi riforme, non sempre compiute (come quella urbanistica), che cercavano di risolvere i problemi di interazione tra lo sviluppo economico, con la crescita di quegli anni, con la necessità di garantire gli equilibri sociali. La sua lungimiranza e la lucidità nelle decisioni, con un pensiero innovatore e spesso anticipatore dei tempi, non furono sempre ben accolti. Forse anche per questo è stato osteggiato in alcuni suoi interventi, per la visione che andava oltre i più comodi e semplici schieramenti di convenienza.

La nostra testimonianza è doverosa del legame ancora forte che la figura di Sullo riscontra nella Comunità ed è nostro dovere contribuire a tramandare il ricordo e l’insegnamento alle nuove generazioni, per farne conoscere lo spirito e l’importanza delle iniziative dalle quali potranno nascere e svilupparsi idee ed energie per la crescita del territorio. A tal proposito mi piace ricordare un suo concetto particolare, riportato nel “Dizionario Storico di Castelvetere sul Calore” del prof. Giovanni Sullo: Chi vuole davvero innovare, non perde il contatto con il passato ma cerca di mantenere del passato quel poco o molto che trova di buono e non lo rifiuta globalmente, né tona di stizza. Il passato gronda di tanta umanità scomparsa ma spiritualmente presente, la quale ha lottato per lasciare una eredità ai posteri, materiale ed ideale.

Nel centenario dalla sua nascita, il 29 marzo, con le celebrazioni cominciate nell’ottobre 2019 con la visita ad Avellino del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, poi ridotte e rinviate per la pandemia in corso, abbiamo deciso di tenere un consiglio comunale monotematico al quale abbiamo invitato per un loro intervento l’Onorevole Gianfranco Rotondi, in qualità di Presidente della Fondazione Fiorentino Sullo, e il dott. Roberto Sullo, coordinatore del Centro Studi Fiorentino Sullo. Un ringraziamento per la cortesia all’intero gruppo del Centro Studi, che insieme ad altre associazioni animano il territorio con lodevoli iniziative, e in particolare all’Onorevole Rotondi che ha immediatamente concesso la sua disponibilità, manifestando ancora una volta il legame e l’affetto nei confronti di Fiorentino Sullo. Nell’occasione sarà formalizzata, con una delibera del consiglio comunale, l’istituzione di una biblioteca pubblica da intitolare a Fiorentino Sullo. Un impegno per un fatto concreto, la creazione di un centro di aggregazione, di un luogo di crescita culturale da cui possano nascere idee ed azioni per lo sviluppo delle giovani generazioni e del territorio in generale.

Appuntamento a Castelvetere a luglio, il 3 del mese ricorre la data della morte di Fiorentino Sullo, con la speranza che le celebrazioni si possano riprendere in presenza e vedere così la partecipazione delle Istituzioni e dei tanti che ancora ricordano con affetto l’Onorevole, partito dal nostro piccolo paese per costruire la sua storia e quella dell’Italia senza mai dimenticare le sue origini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento