menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertice Conte Colao per la fase 2: ok agli spostamenti tra comuni e verso le seconde case

Tra le varie ipotesi, ci sarebbe quella di permettere gli spostamenti anche fuori dal proprio Comune e all'interno delle singole Regioni già dal 4 maggio, lasciando però in vigore i limiti alla mobilità intra-regionale

Sarà possibile spostarsi tra i comuni ma non tra le regioni, andare a trovare i parenti o recarsi alle seconde case ma divieto assoluto di assembramenti. È quanto emerge dalla videoconferenza di ieri mattina tra Vittorio Colao a capo della task force del Governo e il premier Conte.All'incontro hanno preso parte anche il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, il commissario all'emergenza Domenico Arcuri, i Ministri Dario Franceschini, Stefano Patuanelli, Teresa Bellanova, Nunzia Catalfo, Paola De Micheli, Roberto Speranza e Francesco Boccia. Ha partecipato anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro. Sul tavolo il documento elaborato dalla task force con le linee guida per la fase due consegnato ieri sera a Conte. 

Spostamenti tra comuni 

La ripartenza sarà lenta e graduale, ma finalmente potremo uscire di casa e frequentare gli affetti familiari. L'orientamento prevalente è dunque permettere di uscire dal proprio Comune, ma non dalla regione. Altra ipotesi sul campo è far ripartire i negozi dall'11 maggio e la ristorazione dal 18. "Affronteremo questo tema nelle prossime ore, il comparto del turismo è uno dei settori più importanti", ha detto il premier Conte in serata. "Il motto del governo sarà andate in vacanza in Italia".

Off-limits ristoranti

Dovrebbero restare ancora off limits i bar e i ristoranti che potrebbero riaprire dopo seconda metà maggio. Potrebbero alzare prima le saracinesche i negozi al dettaglio, come quelli di abbigliamento ma sempre nel rispetto di regole ferree.

Mobilità 

 Particolare attenzione viene riservata alla mobilità. Ecco il motivo per cui - ha spiegato il presidente del Consiglio - andranno presi tutti gli accorgimenti per consentire agli italiani gli spostamenti. Il comitato guidato da Vittorio Colao calcola che gli utenti saranno il 15% di quelli che si registravano precedentemente all'emergenza Covid-19. Consigliato l'uso della propria automobile. Le indicazioni per tutti prevedono innanzitutto mascherine e distanziamento sociale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento