Ex Isochimica: trasferiti a Matera i primi cubi di cemento contenenti amianto

I cubi da trasferire, in totale, sono 467

Ieri è partito, per Matera, il primo lotto di cubi d'amianto dell'ex Isochimica di Pianodardine, raccolti sul piazzale esterno e che da tempo aspettavano di essere smaltiti nel modo giusto. Con precisione, sono partiti i primi otto blocchi che, trasportati da un camion, sono stati trasferiti presso La Carpia in Basilicata (tra le poche discariche italiane specializzate nello smaltimento di rifiuti con amianto).

Per evitare problemi, le operazioni di carico dei materiali nocivi sono avvenute "in confinamento", cioè in una apposita struttura allestita all'ingresso del capannone di Borgo Ferrovia. Le operazioni di trasferimento continueranno spedite anche oggi, con la speranza che presto il territorio possa essere liberato dai 467 cubi di cemento tossici.

Potrebbe interessarti

  • Piano Antismog, ecco quando tornerà in vigore ad Avellino e negli altri Comuni

  • Saldi estivi: le date in Campania

  • Liceo Mancini, il grido dei genitori, dei docenti e degli studenti: "Il prossimo anno vogliamo una sede"

  • Avellino Pride, nonna Eleonora: "Sono orgogliosa di mio nipote che ama un uomo"

I più letti della settimana

  • Ragazza di appena 28 anni si toglie la vita

  • Maxi operazione dei Nas: chiusi tre ristoranti, una casa di riposo, un asilo e un canile

  • Schianto tremendo, centauro 47enne perde la vita

  • Tragedia in un fondo agricolo, uomo muore schiacciato dal suo trattore

  • Il pane di Sant'Antonio e il miracolo di Tommasino

  • Un immenso fiume di droga tra Napoli e Avellino, sgominata piazza di spaccio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento