Ex Isochimica: trasferiti a Matera i primi cubi di cemento contenenti amianto

I cubi da trasferire, in totale, sono 467

Ieri è partito, per Matera, il primo lotto di cubi d'amianto dell'ex Isochimica di Pianodardine, raccolti sul piazzale esterno e che da tempo aspettavano di essere smaltiti nel modo giusto. Con precisione, sono partiti i primi otto blocchi che, trasportati da un camion, sono stati trasferiti presso La Carpia in Basilicata (tra le poche discariche italiane specializzate nello smaltimento di rifiuti con amianto).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per evitare problemi, le operazioni di carico dei materiali nocivi sono avvenute "in confinamento", cioè in una apposita struttura allestita all'ingresso del capannone di Borgo Ferrovia. Le operazioni di trasferimento continueranno spedite anche oggi, con la speranza che presto il territorio possa essere liberato dai 467 cubi di cemento tossici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Federica Panicucci, caffè col fidanzato ad Avellino

  • SuperEnalotto, vinti quasi 2mln di euro in Irpinia

  • Coronavirus, due nuovi casi ad Avellino e Atripalda

  • Il sogno di Giuseppe Capone: "Apro la mia pizzeria e punto tutto sulla mia terra"

  • A Dentecane l'ultimo saluto al Cavaliere Garofalo, re indiscusso del Pantorrone

  • La storia delle cannazze, simbolo gastronomico di Calitri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento