menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dpcm Natale: regole e divieti per ristoranti, negozi e alberghi

A Capodanno coprifuoco dalle 22.00 alle 7 del mattino

"Abbiamo ottenuto che i ristoranti saranno aperti a pranzo il 25 e 26 dicembre, a Capodanno e per l'Epifania. Nel nuovo Dpcm non saranno previste queste chiusure".

Lo ha detto il presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone al Tg4 a margine della riunione di Governo che ha approvato il decreto di Natale che entrerà in vigore il 4 dicembre. Tuttavia, nulla da fare per il cenone della Vigilia di Natale e di San Silvestro: i locali resteranno rigorosamente chiusi anche negli alberghi. 

Aperti a pranzo chiusi a cena

I ristoranti potranno lavorare il giorno di Natale, Santo Stefano e primo e 6 gennaio, con il limite di quattro persone al tavolo e solo a pranzo. Resteranno invece chiusi per la cena. Stessa sorte per i ristoranti situati all'interno degli alberghi.La sera di Capodanno chi vorrà potrà festeggiare l'anno nuovo col servizio in camera.

A Capodanno coprifuoco fino alle 7

A Capodanno coprifuoco fino alle 7 del mattino e non fino alle 5 come gli altri giorni. 

Si legge nella bozza del nuovo Dpcm "Dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo, nonché dalle ore 22 del 31 dicembre 2020 alle ore 7 del 1° gennaio 2021 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute".

Ristoranti: a tavola in 4

I ristoranti resteranno aperti a pranzo anche a Natale, Santo Stefano, Capodanno e l'Epifania. La bozza del nuovo Dpcm non prevede infatti restrizioni ulteriori rispetto all'orario limitato dalle 5 alle 18 anche per i bar e altri locali di somministrazione cibi e bevande. "Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi", si legge nel testo.

Chiusi i ristoranti degli alberghi a Capodanno: cena e veglione solo in camera

Veglione di fine anno in camera per chi deciderà di passare il 31 notte in albergo. Secondo la bozza del nuovo Dpcm, infatti, "resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati; dalle ore 18 del 31 dicembre 2020 e fino alle ore 7 del 1° gennaio 2020, la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive è consentita solo con servizio in camera".

Fino all'Epifania negozi aperti fino alle 21

"Fino al 6 gennaio 2021, l'esercizio delle attività commerciali al dettaglio è consentito fino alle ore 21 - riporta la bozza del nuovo Dpcm - Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali, aggregazioni di esercizi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi ed edicole".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento