Dpcm Natale, già esauriti i posti su treni e bus per il Sud

Dal 21 dicembre al 6 gennaio saranno vietati gli spostamenti regionali se non per motivi di lavoro o salute

Già prima che Conte ufficializzasse il Dpcm Natale in conferenza stampa è scattata la corsa per accaparrarsi biglietti di treni e autobus. Dal 21 dicembre al 6 gennaio saranno infatti vietati gli spostamenti regionali se non per motivi di lavoro o salute e gli italiani hanno desiderio di tornare a casa per trascorrere il Natale in famiglia. 

Per questo chi vive in una regione diversa da quella dei genitori, o dei congiunto e vuole tornare da loro per le festività dovrà farlo entro il 20 dicembre, lavoro permettendo. Per evitare di restare senza biglietto in molti hanno subito provveduto a prenotare il proprio posto sul mezzo più comodo ed economico. 

Tutto esaurito su treni e autobus 

 Il Messaggero scrive che ieri, dopo la diffusione della bozza del Dpcm e del decreto legge, si registrava il tutto esaurito sui tre Frecciarossa pomeridiani da Roma a Lecce che partono il 18 dicembre e sul treno Milano-Reggio Calabria delle 20 e 10, così come sul Milano-Napoli del 20 dicembre alle 6,45, nonostante la capienza ridotta del 50%. Anche per Flixbus si registrava lo stesso fenomeno: tutto esaurito sul Milano-Napoli del 19 dicembre e quasi completo anche il Milano-Roma del 18. Gli italiani si preparano al Grande Esodo prima dell'entrata in vigore del divieto di spostamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Coronavirus a Montemarano: 5 bambini in età scolare positivi al Covid

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Tragedia ad Avellino, donna muore dopo una caduta accidentale in casa

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

Torna su
AvellinoToday è in caricamento