menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuove direttive per i negozi di abbigliamento: ecco cosa cambierà

Mascherine e guanti obbligatori e vestiti da sanificare

La riapertura dei negozi al dettaglio si avvicina. Probabilmente non il 4 maggio bensì l'11,per permettere alle attività commerciali di attuare tutti i protocolli di sicurezza richiesti. 

Sanificazione dei vestiti 

L ’esperienza di acquisto cambierà notevolmente: tra le linee guida che iniziano a delinearsi per garantire la sicurezza dei clienti si prevedono norme igieniche più rigide. La questione che più preoccupa sono i capi d'abbigliamento da provare che potrebbero diventare un vettore di contagio.

Possibile, dunque, che i negozi – per riaprire – dovranno dotarsi di sistemi di sterilizzazione particolari che possano garantire la massima igiene di locali e prodotti. D9vranno essere sanificati i vestiti con appositi strumenti per la sterilizzazione. 

L’alternativa è quella di mettere da parte i capi di abbigliamento che sono stati provati in camerino dai clienti per evitare che, a stretto giro, possano essere indossati anche da altri avventori del negozio. In ogni caso, gli strumenti industriali per la sanificazione dei capi di abbigliamento non mancano e sono già impiegati in alcune industrie tessili all’avanguardia.

Guanti e mascherine 

Anche per i negozi di abbigliamento che riapriranno in Fase 2 il Governo potrà continuare a imporre l’utilizzo di guanti e mascherine agli addetti alla vendita, il mantenimento della distanza minima di almeno un metro e la presenza di un dispenser di disinfettante alle casse. Si sta valutando anche l’idea di prolungare l’orario ed estendere le aperture a tutta la settimana al fine di evitare grandi afflussi all’interno dei negozi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso un nuovo piano vaccini, Figliuolo: "Andate e vaccinatevi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento