menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua lo scontro per il delivery, Ciccio all'Agora: "È sicuro e ci permette di rialzarci"

Il titolare del ristorante avellinese assicura: "Fateci riaprire, le consegne a domicilio sono sicure"

Continua la querelle tra il Presidente Vincenzo De Luca e i ristoratori Campani. 

Il Governatore della Campania non si è ancora pronunciato sulla possibilità di effettuare le consegne a domicilio per ristoranti, pub, sushi e pizzerie. 

Una battaglia impugnata in primis da Gino Sorbillo e poi da una buona parte di chef, pizzaioli e imprenditori che chiedono a gran voce la riapertura almeno per il delivery. 

Una lista lunghissima che annovera tra i firmatari anche ristoranti di Avellino e provincia. Tra questi il locale Ciccio all'Agora che conferma la necessità di rialzare le saracinesche per provare a ripartire e saldare le numerose incombenze che gravano su un'attività commerciale.

"Pensare ad una ripartenza con una clientela ai tavoli la vedo difficile, almeno in una fase iniziale - esordisce Ciccio Fusilli - ne siamo coscienti, ma quello che ci preme di più, ora è riuscire ad effettuare l'asporto in modo tale da poter almeno rientrare di una piccolissima parte del lavoro che facevamo prima". 

Il cuoco avellinese assicura che il delivery è sicuro e garantisce la salute del consumatore e del prodotto. 

"Effettuavamo il delivery tramite Alfonsino già prima della pandemia e ci siamo sempre trovati bene ricevendo apprezzamenti da parte della nostra clientela. Noi come azienda siamo attrezzati per rispettare tutte le norme di sicurezza: abbiamo abbattitori di temperatura e strumenti di sigillazione degli alimenti, come me credo anche gli altri colleghi. Noi no n aspettiamo altro che ci diano almeno questa possibilità. Siamo in ginocchio e credo che sia arrivato il momento anche in Campania di riaprire le attività col domicilio". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento