rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Attualità

Delivery, Burger Queen: "Restiamo chiusi, sarebbe un suicidio riaprire solo per le consegne"

Fa discutere l'idea di riaprire solo per tale funzione

Cresce l'amarezza di molti proprietari di locali, pizzerie e ristoranti, di fronte alla settimana di prova proposta dalle istituzioni per far ripartire il settore commerciale. Anche Burger Queen, il noto locale di street food ad Avellino, ha deciso di schierarsi contro questa proposta e, in particolar modo, contro la decisione di far riaprire le attività, con la sola funzione delle consegne a domicilio.

L'appello: "Chiediamo allo Stato aiuti concreti per ripartire"

Ecco il messaggio: "Volevamo chiarire il nostro punto di vista, in base al decreto emanato con restrizioni e limitazioni. Sarebbe un suicidio aprire solo per consegne. Non riusciremmo nemmeno a coprire le spese minime. Ci troviamo in una situazione di totale incertezze su tutti i fronti. Come il resto dei miei colleghi siamo in forte difficoltà. Noi, al momento, stiamo in attesa di finire il nuovo locale (di cui era prevista l' apertura in questi giorni), ora non ci resta che aspettare di finire il tutto e di aprire nella nuova sede in una fase più tranquilla, dove ci potrebbe essere la possibilità di guadagnare un po' in più unendo il delivery e l'asporto. Quindi noi in questa fase non apriamo. Ci dispiace per tutti i clienti, dato che in molti ci avevano già contattato, sperando che capiate. Chiediamo allo stato aiuti concreti per ripartire, dato che state facendo a chi si e a chi no e soprattutto iniziate a liquidare le casse integrazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delivery, Burger Queen: "Restiamo chiusi, sarebbe un suicidio riaprire solo per le consegne"

AvellinoToday è in caricamento