rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Migranti, De Luca: "Salvare vite in pericolo è un dovere di tutti"

Le dichiarazioni del Governatore della Campania

Nel corso del consueto appuntamento del venerdì pomeriggio, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha fatto il punto della situazione sui principali fatti che riguardano il nostro Paese e sulle iniziative della Regione per il miglioramento dei servizi pubblici e l’attivazione di investimenti per la crescita economica e la creazione di lavoro. 

Migranti: "Un problema complesso che l'Europa dovrebbe affrontare con rigore"

"Sappiamo tutti che quello dei migranti è un problema complesso che l'Europa dovrebbe affrontare con rigore e solidarietà, che spesso non c'è - afferma Vincenzo De Luca - pur avendo la presunzione di incarnare i valori dell'umanesimo. Di fronte a povere persone che muoiono si ha il dovere, in primo luogo, di salvare le vite in pericolo". Poi l'attacco al Presidente del Consiglio dei ministri Giorgia Meloni: "E' sempre bene ricordare la differenza fra le parole ed i comportamenti e la necessità di avere, in politica,posizioni di coerenza e serietà. Qualcuno, in Italia, per anni ha detto che bisognava fare il blocco navale. Erano cose vergognosamente demagogiche e credo che oggi sia bene ricordare chi con quella demagogia ha cercato di strappare qualche voto ma non ha ritenuto di dover difendere i valori umani fondamentali".

Gestione della pandemia

"Rimango dell'opinione, senza distinguo di colori politiche, che i processi li fanno i magistrati e fino a quando non c'è una sentenza bisogna avere rispetto per le persone indagate - dichiara il Governatore della Campania in merito all'inchiesta di Bergamo sulla gestione della pandemia -  è stata un'immensa tragedia nazionale. Lasciamo che tutto venga valutato con serenità". 

"In Campania abbiamo fatto un lavoro importante. Lo testimoniano i dati: la nostra è la regione con il più basso numero di morti per Covid, nonostante il tasso di densità abitativa sia il più alto in Italia. Abbiamo dovuto compiere scelte drastiche, convinti che se avessimo perso il controllo della situazione avremmo avuto un'ecatombe. Abbiamo dimostrato coraggio istituendo immediatamente le zone rosse e chiudendo tutto ciò che si poteva chiudere".

Sanità pubblica

"Secondo i dati Agenas i posti letto di degenza ordinaria in Lombardia sono 40mila, mentre in Campania ne abbiamo 12mila. Per quanto riguarda il personale sanitario, la Campania ha 10,9 medici ogni 1000 abitanti, invece la Lombardia 15,2. In riferimento ai costi delle strutture sanitarie negli anni 2021-2022, la Campania ha aumentato meno di tutte le altre regioni i costi di gestione, a conferma del fatto che abbiamo dato l'anima. In un quadro che ci vede fortemente penalizzati stiamo realizzando un programma imponente di rinnovamento della sanità".

Via libera al testo sull'autonomia: la Campania tra le quattro regioni che si sono opposte

Ieri, la Conferenza delle Regioni ha dato parere favorevole al progetto di legge per l'Autonomia differenziata proposto dal ministro Roberto Calderoli. Hanno espresso parere contrario quattro regioni: Campania, Puglia, Emilia Romagna e Toscana. 

"A favore della bozza anche colleghi delle regioni meridionali, che sanno bene che penalizza drammaticamente il Sud ma hanno fatto prevalere una logica di partito" commenta il Presidente della Campania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, De Luca: "Salvare vite in pericolo è un dovere di tutti"

AvellinoToday è in caricamento