rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

Crisi comparto riabilitativo, continua il silenzio dell'Asl: ASPAT Campania scrive alla Morgante

A nulla è valsa la conferenza pubblica dello scorso 10 marzo, si va verso il blocco delle prese in carico riabilitative degli assistiti in lista di attesa

Crisi del comparto riabilitativo avellinese ed irpino. Il silenzio dell'Asl di Avellino perdurano, malgrado la conferenza pubblica tenuta da ASPAT Campania lo scorso 10 marzo per porre l'attenzione sulla grave situazione del comparto e rivendicare una stabilizzazione che manca da più di 18 mesi.

Davanti all'immobilità dell'azienda sanitaria locale, il Presidente di ASPAT Campania, Pier Paolo Polizzi, ha scritto al direttore generale la dott.ssa Maria Morgante per comunicare che si procederà al blocco totale delle prese in carico riabilitative degli assistiti in lista di attesa e alla consultazione sindacale con le OO.SS dei Lavoratori, finalizzata alla riduzione delle piante organiche degli operatori ed alla messa in mobilità del personale dipendente:

"La scrivente Associazione di Categoria, in nome e per conto dei Centri di Riabilitazione complessa del territorio avellinese, erogatori privati istituzionalmente accreditati per conto del SSR,

COMUNICA

che, in relazione alle formulate istanze della Categoria, nel prendere atto del perdurare del “silenzio” della PA ed in particolare della totale inosservanza di quanto ascritto dalle norme vigenti in capo al Suo Ufficio, a far data da lunedì 21 marzo 2022 i Rappresentanti Legali dei succitati Centri avvieranno le procedure consentite dalla Legge circa:

• Blocco totale delle prese in carico riabilitative degli assistiti in lista di attesa;

• Consultazione sindacale con le OO.SS dei Lavoratori finalizzata alla riduzione delle piante organiche degli operatori ed alla messa in mobilità del personale dipendente".

Dr. Pier Paolo Polizzi

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi comparto riabilitativo, continua il silenzio dell'Asl: ASPAT Campania scrive alla Morgante

AvellinoToday è in caricamento