menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid Campania: altre due settimane in zona rossa, ma la situazione non migliora

Nonostante le 4 settimane in zona rossa i dati epidemiologici non sono confortanti

La Campania resterà in zona rossa altre due settimane. A causa di una situazione epidemiologica che mostra pochi segni di miglioramento il Ministero della Salute ha collocato la nostra regione nella fascia di rischio più alta. La decisione è dipesa principalmente dall'indice Rt, che è 1,33 (la soglia è di 1,25).

Dopo oltre 4 settimane in zona rossa i segnali non sono incoraggianti. Ieri 929 nuovi positivi, ma con un numero di tamponi che è stato quasi un terzo rispetto al giorno prima: 6.687 contro 17.228. Rispetto al report precedente, si registrano 9 ulteriori decessi e 1.386 guarigioni.

La causa del numero così alto dei contagi pare sia da addebitare alle varianti, ma anche al mancato rispetto delle regole e all'assenza di controlli. In base ai dati dell'ultima indagine dell'Iss (relativa al 18 marzo), nella regione nove nuovi casi di infezione su 10 sono riconducibili alla variante inglese del virus Sars-Cov-2, che ha ormai praticamente rimpiazzato il ceppo originale cinese; 1 caso su 100 è invece riconducibile alla cosiddetta variabile brasiliana.

Campania dati Gimbe 

Secondo i dati della fondazione Gimbe nella settimana 24-30 marzo la Regione Campania ha registrato un incremento percentuale dei casi totali di contagio da SARS-CoV-2 del 4,1%; negli ultimi 14 giorni ( 17-30 marzo) si rileva un'incidenza di 476 casi positivi per 100.000 abitanti.

(Il grafico illustra i nuovi casi giornalieri di infezione da Coronavirus in Campania dall'inizio dell'epidemia) .

Gimb-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, 67enne deceduta al Moscati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento