menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, sale il numero dei positivi tra gli operatori sanitari del Moscati

Un contagio su dieci colpisce la categoria

Si allunga purtroppo il numero dei contagi tra gli operatori sanitari dell'Irpinia. 

Stando agli ultimi dati, si sfiora il 10 per cento del totale. L'ultima positività acclarata è quella del dott. Carmine Sanseverino medico del Moscati e segretario Assomed. Prima di lui, un'infermiera in servizio alla città ospedaliera di Avellino nel reparto di Medicina interna. 

Salgono quindi a 23 il numero di positivi in servizio presso l'Azienda ospedaliera «Moscati» di Avellino affetti da Covid-19. 

A questi bisogna  aggiungere 14 colleghi in servizio presso l'ospedale di Ariano Irpino e un medico del Criscuoli di Sant'Angelo dei Lombardi. Rimane alta l'apprensione per la mancanza e la gestione dei dispositivi di protezione individuale. Il Rapporto sulla sostenibilità del Servizio sanitario nazionale, elaborato il mese scorso dalla Fondazione Gimbo, ha affermato che in Italia gli operatori sanitari contagiati sono stati il doppio di quelli cinesi. Il motivo secondo i segretari provinciale e aziendale del Nursind, Romina Iannuzzi e Michele Rosapane è da accreditare alla "grave carenza di approvvigionamento di Dpi e l'inadeguata formazione e addestramento dei lavoratori secondo quanto previsto dal Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro". 

"Anche nella nostra provincia - osservano - abbiamo una percentuale di contagio che sfiora il 10 per cento: un dato che rammarica molto perché è determinato anche dalle inefficienze del sistema e dall'intempestività degli interventi necessari a contrastare la diffusione del virus". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento