Coronavirus Natale, le dieci regole per stare a tavola in sicurezza

Buon senso e poche regole per evitare contagi in famiglia

Carlo Signorelli, professore dell'ospedale San Raffaele di Milano consiglia poche regole, ma di buon senso, da seguire per il pranzo di Natale in questo 2020 segnato dalla pandemia di Covid-19.

  • Prima regola mascherine sempre, ad eccezione di quando si mangia 
  • Distanziamento: posti a tavola separati da almeno un metro e mezzo visto che mentre si parla e si ride la trasmissione per via aerea del Coronavirus è facilitata.
  • Eliminare gli abbracci 
  • Non scambiarsi i bicchieri e i tovaglioli. La stessa cosa vale per i piatti - se è proprio necessario, usare una posata ad hoc, che non entri in contatto con i piatti dei commensali - e per le posate. 
  • Non usare le proprie posate per prendere cibo dal piatto di un altro. 
  • C'è una regola anche per gli avanzi: è sempre meglio ricuocerli, per uccidere virus e batteri servono 60 gradi, anche per pochissimi minuti.
  • Evitare poi di passarsi il telefono per fare gli auguri. 
  • Abolire i canti di Natale per evitare il droplet.
  • ricordarsi di cambiare l'aria: basta lasciare un filo di finestra aperto per la durata del pranzo o della cena.
  • No alla condivisione degli asciugamani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Campania arriva Burian: ondata di gelo e temperature polari

  • Coronavirus a Montemarano: 5 bambini in età scolare positivi al Covid

  • Spostamenti per andare dai congiunti e ospiti a casa: cosa succede dal 16 gennaio

  • Il pizzaiolo Maglione aderisce alla manifestazione pacifica #Ioapro: "Lavorare è un diritto"

  • Tragedia ad Avellino, donna muore dopo una caduta accidentale in casa

  • Nuovo Dpcm: sei regioni in zona gialla, due rossa e il resto in arancione

Torna su
AvellinoToday è in caricamento