menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Per alcune donne restare a casa è un incubo, aiutiamole", l'appello della Consigliera di Parità

Già due donne si sono rivolte alla casa Rifugio Antonella Russo

"La convivenza forzata per molte donne si sta rivelando un vero incubo. La situazione è davvero grave anche da noi in Irpinia. Solo in questa settimana tre donne si sono rivolte alla casa rifugio “Antonella Russo”, perché vittime di violenza da parte dei loro compagni, no mi correggo da parte dei loro aguzzini".

A parlare è la Consigliera di Parità Vincenza Luciano, che in una situazione di emergenza come questa in cui corre l'obbligo di restare a casa, non dimentica i più deboli: quelle donne che proprio a casa sono vittime della violenza dei loro mariti e per cui le mura domestiche possono rappresentare il male maggiore.

L'appello della Luciano è a tutti gli amministratori e a tutte le associazioni:

"A causa dell’emergenza coronavirus sara’ impossibile ospitare, per rispettare i protocolli di sicurezza impartiti dal Governo, tutte le altre che in questo momento dovessero trovare il coraggio di ribellarsi. Chiedo a tutti gli amministratori irpini e alle associazioni che operano sul territorio di dare la disponibilità ad accogliere queste donne, presso loro strutture, queste sorelle per tutelarne l’incolumità. Nel frattempo il prefetto di Avellino, sua eccellenza Paola Speno, si è resa disponibile a convocare un tavolo tecnico" 

"Per favore aiutiamo a salvare la vita di queste donne.  Lancio questo appello con tutte le mie forze. Diciamo anche in questo momento, con i fatti e non solo con le parole NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento