menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Convitto Nazionale “P. Colletta" incontra online la presidente del Comitato di Avellino per l’UNICEF ITALIA ONLUS

Il dibattito avverrà sulla piattaforma Meet martedì 13 aprile e sarà moderato da Angela Nardiello, esperta del percorso PON, con la partecipazione della docente Irene Massaro

Parola d’ordine solidarietà e sensibilità verso i deboli. Il Convitto Nazionale “Pietro Colletta”, guidato dal dirigente scolastico Maria Teresa Brigliadoro, organizza martedì 13 aprile un incontro online con la presidente del Comitato di Avellino per l’UNICEF ITALIA ONLUS, Amalia Benevento, ed il portavoce ufficiale dell’associazione umanitaria Andrea Iacomini. L’iniziativa è promossa nell’ambito del progetto PON “Legislazione nazionale e sovranazionale per la difesa dei diritti dell’uomo”.Il dibattito, che avverrà sulla piattaforma Meet,, sarà moderato da Angela Nardiello, esperta del percorso PON,  con la partecipazione della docente Irene Massaro. “ L’UNICEF provinciale,- commenta Amalia Benevento-  in questa particolare fase storica, segnata dall’emergenza COVID, opera in diversi campi, dal contrasto ad ogni forma di povertà da quella di tipo sanitario  a quella economica a quella  educativa, in particolare con proposte per il contrasto al bullismo e al cyberbullismo,   per l’integrazione dei minori extracomunitari e, da ultimo,con interventi presso le scuole di Avellino e provincia nel campo dell’educazione civica in DAD, che prevede un approccio pedagogico rivolto a colmare le fragilità conseguenti all’isolamento e alla mancanza di relazioni. Per noi, il confronto con i ragazzi è costruttivo, inserendosi nei progetti dell’associazione umanitaria sulla cittadinanza attiva e consapevole, che hanno portato anche al riconoscimento delle “Scuole Amiche dell’UNICEF”-. Il portavoce dell’UNICEF Andrea Iacomini racconterà la sua esperienza, vissuta nei campi profughi del Ghana, del Libano, della Sierra Leone, della Siria, ancora oggi martoriati da guerre, malattie e fame. Inoltre, Iacomini racconterà se stesso con il romanzo autobiografico “ Il giorno dopo”, in cui il protagonista affronta la triste realtà della guerra in Siria, un Paese culturalmente avanzato, ma vittima del pregiudizio e dell’intolleranza. “ L’UNICEF- conclude Amalia Benevento- è presente sia sul nostro territorio che in campo internazionale, con campagne di sensibilizzazione e di solidarietà. La nostra presenza, il dialogo con i giovani sono prioritari, per costruire la società dell’uguaglianza, nel rispetto delle singole identità culturali”-.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento