Attualità

Sistema Irpinia, il ministro Garavaglia: "Sistema organizzato e digitalizzazione per favorire turismo nelle aree interne"

Il ministro del turismo Massimo Garavaglia ad Avellino: "Le prospettive in Irpinia sono molto interessanti e importanti"

Si è svolto questa mattina, presso la Sala Auditorium del Polo Giovani della Diocesi di Avellino, il convegno “Piano Nazionale Borghi - La sfida di Sistema Irpinia”. All'iniziativa hanno presenziato il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia, l'assessore regionale al turismo della Campania Felice Casucci, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il Presidente della Provincia di Avellino Domenico Biancardi, il presidente della Fondazione Sistema Irpinia Donatella Cagnazzo, il Vescovo di Avellino Mons. Arturo Aiello ed il Sindaco di Avellino Gianluca Festa.

"L'Irpinia possiede potenzialità notevoli"

"Le prospettive in Irpinia sono molto interessanti e importanti. Abbiamo visto la crescita che ha avuto in questi anni il turismo esperenziale all'aria aperta. Ecco, qui le potenziali sono notevoli - sostiene il ministro Massimo Garavaglia - pensiamo solo al treno storico su cui dobbiamo investire per portare i flussi turistici fuori dai normali attrattori e siti conosciuti in tutto il mondo".

"Si lavora per la riapertura"

Nonostante la pandemia e le restrizioni legate ad essa, il ministro Garavaglia parla di bilancio positivo per quanto riguarda il turismo in Italia negli ultimi due anni: "Lunedì avremo un quadro certificato preciso con i dati definitivi però ci sono tante regioni che hanno superato i dati del 2019 riguardo il turismo. Ci sono realtà che sono cresciute molto, altre che sono ancora in sofferenza, è evidente che manca ancora il flusso di turisti stranieri, ma iniziano a tornare".  Positive sono anche le previsioni sul turismo nella prossima stagione invernale: "L'estate è stata buona e adesso lavoriamo per un buon inverno con la riapertura degli impianti sciistici. Il senso del green pass allargato è quello di non chiudere più nulla, ma anzi aprire perché le condizioni ci sono".

"Organizzazione e digitale per allargare il turismo alle aree interne"

Per quanto riguarda lo sviluppo del turismo nelle aree interne, il ministro Garavaglia sostiene che occorre puntare su un sistema organizzato e sulla digitalizzazione: "Abbiamo la possibilità di allargare il turismo nello spazio, quindi non solo centri famosi ma anche nelle aree interne e qui basta un pò di organizzazione, anche passando attraverso il digitale - afferma - noi, a livello nazionale, facciamo la cornice ma il quadro vero dei territori devono farlo i territori, e questa è la sfida. La digitalizzazione è fondamentale, non solo nella fase di promozione ma anche di fruizione, per cui il servizio deve essere di alta qualità ovunque. Avere un sistema organizzato chiaramente facilità la valorizzazione dei siti ma fare squadra aiuta a creare un unico grande quadro" conclude.

Al convegno di questa mattina ha partecipato anche l'assessore regionale al turismo Felice Casucci: "Sistema Irpinia è uno dei luoghi in cui parlare dei borghi è fisiologico. Uno studio recente ha accertato che più del 90% delle tipicità enogastronomiche è presente nei borghi - afferma - quindi creare questo collegamento in un momento in cui l'enogastronomia è davvero una forma di narrazione prevalente nella destinazione turistica nazionale e internazionale credo che sia necessario" continua.

"Grande interesse per Sistema Irpinia"

"Ho convocato un tavolo permanente con i presidenti delle province e hanno mostrato grande interesse per Sistema Irpinia - dice l'assessore - nel piano turismo 2022 manterremo questo livello di confronto con le province perchè alcune province hanno delle buone pratiche. Il partenariato pubblico privato è sicuramente l'elemento costitutivo di questo confronto. 

"Stiamo lavorando per creare le figure professionali del turismo del futuro"

In merito agli investimenti pubblici nel settore turistico, in particolare nella formazione di nuove professionalità, Felice Casucci sostiene: "Dobbiamo tenere conto delle organizzazione di categoria, delle professionalità che sono disciplinate, dobbiamo capire quali sono e che ci sono tantissime esigenze legate ai giovani. Ci sono investimenti che chiedono dei giovani e delle difficoltà a reperire i giovani. Il mercato sta virando, ha bisogno di giovani qualificati e stiamo lavorando in questa direzione per creare le figure professionali che siano dedicate al turismo del futuro" conclude.

"Pronti ad accogliere e gestire i turisti in maniera dinamica e digitale"

Donatella Cagnazzo, presidente della Fondazione Sistema Irpinia, commenta così l'avvio di Sistema Irpinia ed il convegno organizzato questa mattina: "È il primo evento pubblico anche con un membro del governo post Covid. Quale momento migliore per lanciare la sfida di Sistema Irpinia. Anche l'assessore regionale Casucci ci ha preso come modello. Modello Irpinia diventa modello Campania. Finalmente questa sfida prende corpo, In questi due anni siamo nati e silenziosamente siamo cresciuti e abbiamo lavorato. E' giunto il momento di dimostrare sul campo cosa abbiamo messo in piedi. Finalmente una concretezza, un sistema al quale potersi avvicinare, che potrà dare informazioni, accoglienza, valorizzazione e promozione di questo territorio. Cinquanta ragazzi sono stati formati in due anni e sono pronti ad accogliere e gestire in maniera dinamica e digitale i turisti".

All'evento di questa mattina era presente anche il Senatore Ugo Grassi: "L'Irpinia ha una grande opportunità per il turismo. Successivamente al convegno di oggi, ci sarà un convegno con gli amministratori dove sottoporremo al ministro le difficoltà presenti nel territorio e le particolarità. Il ministro Garavaglia è molto attento allo sviluppo del Sud. Dopo il convegno porteremo il ministro in alcune aree interne, volutamente difficili da raggiungere, per mostrargli quali sono le difficoltà di gestire lì le attività".

Domenico Biancardi, Presidente della Provincia di Avellino, commenta così il lancio di Sistema Irpinia: "È una giornata emozionante per me, quasi alla fine del mio mandato in Provincia, quindi è una giornata conclusiva di tanto lavoro e di partenza per Sistema Irpinia. Ora bisogna affrontare il cammino di questa organizzazione e visione. La struttura è stata impegnata bene e la fase costruttiva è stata organizzata bene. Ci aspettiamo molto da tutti e bisogna risalire, agganciandoci all'aria costiera, accogliendo sempre di più. Il cla di questa amministrazione provinciale è favorevole, e spero che chi mi succederà proseguirà questa visione. Bisogna attrarre in questa provincia e per farlo serve una vetrina. La sfida è migliorare e capire come aumentare la qualità dell'accoglienza. Mettere in rete un sistema e farlo funzionare bene, ciò porterà anche una sfida e concorrenza tra le varie aziende".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sistema Irpinia, il ministro Garavaglia: "Sistema organizzato e digitalizzazione per favorire turismo nelle aree interne"

AvellinoToday è in caricamento