rotate-mobile
Attualità

Aperitivo della Vigilia, il Prefetto Spena rassicura: "Orienteremo al meglio i controlli per queste festività"

Nella mattinata di oggi, ad Avellino, ha avuto luogo il tavolo in Prefettura che ha stabilito i provvedimenti per un “Natale sicuro”. Ecco tutte le disposizioni per il capoluogo nei giorni delle festività

Nella mattinata di oggi, ad Avellino, ha avuto luogo il tavolo in Prefettura che ha stabilito i provvedimenti per un “Natale sicuro” anche nel capoluogo irpino dopo l’impennata di contagi Covid 19 e, soprattutto, dopo l'ordinanza del presidente della Regione Vincenzo De Luca. In particolare l’attenzione sarà puntata sull’Aperitivo della Vigilia, tanto atteso dagli avellinesi. Ecco le dichiarazioni del Prefetto di Avellino, Paola Spena

"Dovevamo orientare al meglio i controlli in questa fase delle festività. Abbiamo confermato la pianificazione già messa in campo per il rispetto della normativa anti-Covid; in particolare sul Green pass. Dobbiamo tenere conto che nei prossimi giorni verrà meno lo spostamento degli studenti e, quindi, dobbiamo concentrarci diversamente sul trasporto pubblico. Ci muoveremo soprattutto per il controllo delle normative anti-Covid, un passaggio obbligato in questa fase dove si registra un aumento dei contagi. Da oggi entra in vigore l'ulteriore ordinanza regionale che vieta non soltanto lo svolgimento delle feste all'aperto, ma anche lo svolgimento degli eventi all'interno dei locali. I controlli saranno ancora più rigidi nella giornata del 24 dicembre dove, sempre in base all'ordinanza regionale, vige il divieto di consumare pasti, alcolici e bevande al di fuori dei locali. Ci si può solo sedere per consumare ma, tutto il resto non sarà consentito. Saranno ulteriormente inaspriti i controlli nella zona di via De Conciliis, via dei Cappuccini e viale Italia. Faremo anche una nota ai sindaci della provincia in cui rammenterò quanto deciso".

Non manca l'attenzione sui reati predatori

Il Prefetto Spena non ha dimenticato il problema dei reati predatori, sempre tristemente attuale nel periodo delle festività: "Non calerà certamente l'attenzione sui reati di tipo predatorio. Così come sulle truffe agli anziani. Nei giorni più caldi, ancora, terremo alta l'attenzione sui luoghi di culto che potrebbero diventare obiettivi dei malintenzionati. Una ulteriore incisività sarà nelle giornate del 24 e del 31. In queste giornate particolari ci sarà anche un maggiore impegno da parte della polizia municipale. Non sono consentite feste ma l'amministrazione comunale sta valutando la possibilità di fornire qualche tavolino in più laddove sia possibile". 

Resta il problema delle feste private

Il piano di sicurezza comprende diversi aspetti ma, come sottolinea il Prefetto, permane il problema delle feste private: "Resta il problema delle feste private. Ovviamente invitiamo al senso di responsabilità tutti i cittadini per poter ridurre il numero dei presenti. Occorre avere la massima attenzione e tutelare le persone fragili. Da parte dell'Asl è stata confermata una ulteriore accelerazione nella campagna vaccinale. Sarà possibile, per chi viene a trovare parenti e familiari, effettuare anche la terza dose. Dobbiamo essere tutti molto cauti e responsabili. Stiamo vivendo un momento di transizione in cui dobbiamo tutti cooperare per renderlo più sicuro possibile. I controlli effettuati in questi giorni si sono concentrati sul mancato utilizzo della mascherina che resta, insieme al vaccino e al distanziamento, la nostra arma migliore". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperitivo della Vigilia, il Prefetto Spena rassicura: "Orienteremo al meglio i controlli per queste festività"

AvellinoToday è in caricamento