Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Contrasto alla povertà educativa minorile, prorogato il Progetto MYLA

Le attività del progetto proseguiranno fino a giugno 2022

MYLA, My Land For Children ,iniziativa realizzata nell'ambito del bando "Contrasto  della Povertà educativa Minorile – Prima Infanzia "continuerà sino a giugno 2022: una proroga concessa dall'Impresa Sociale Con i Bambini che consentirà alle attività del progetto di proseguire nelle azioni di sostegno alla genitorialità e contrasto alla povertà educativa nei servizi alla prima infanzia nell'ambito A/5, con i punti Myla nei reparti di noenatologia e di neuropschiatria dell'azienda ospedaliera Moscati e nei Comuni di Montemarano e Montoro.

Il Progetto MYLA, capofila la Società Cooperativa Sociale "L'Isola che c'è" onlus,  è stato costruito con un forte "orientamento all'impatto" e con l 'obiettivo specifico di raggiungere alcuni risultati in termini di effetti sui beneficiari. Il lavoro di valutazione ci consente di disporre di dati, per ora parziali ma superiori alle previsioni, sui risultati conseguiti: sono state potenziate le attività di strutture per l‘ infanzia, materne e nidi dell'Ambito territoriale A5; sono state garantite circa 1500 ore di attività laboratoriali e ludico-ricreative aggiuntive e coinvolti circa 400 bambini 0-6 anni; raggiunte circa 200 famiglie negli interventi di supporto alla maternità e sostegno alla genitorialità. Alcune prime informazioni derivanti dal sistema di valutazione riguardano la fotografia dei beneficiari dei servizi all‘infanzia (accoglienza pre e post asilo nido). Si tratta di bambini nati tra il 2018 e il 2019, tutti in Italia, cosi come il loro genitori.

In maggioranza maschi 60%, in casi molto rari presentano disabilità.

I loro genitori posseggono una istruzione medio-alta: tra loro prevalgono largamente i diplomati e i laureati. Il livello d istruzione è più elevato tra le madri, laureate nel 31% dei casi, contro il 26,5% dei padri:Le condizioni abitative sono considerate buone o molto buone, ma non quelle economiche, infatti quasi la meta delle famiglie 48% dichiara di arrivare a fine mese con difficoltà.

Di seguito le dichiarazioni dei responsabili dei Reparti dell'Aorn Moscati in cui si svolgono le attività del progetto Myla

 Responsabile Neuropsichiatria infantile dell’AORN Moscati Dott. Alfonso Leo

“Il Progetto “Myla: My Land For Children” ha costituito e costituisce un importante supporto all’attività della nostra Unità operativa di Neuropsichiatria Infantile. La collaborazione, precedente alla pandemia, si è resa ancora più necessaria dopo la pandemia da COVID-19. Tale evento ha avuto influenza fondamentale sia nel periodo dell’emergenza e del lockdown, ma sicuramente avrà conseguenze a lunga scadenza. Si parla di long COVID a proposito delle conseguenze fisiche dell’infezione virale, ma poco si parla delle conseguenze a lunga scadenza sulla salute psichica dei bambini anche durante la prima infanzia. Le esperienze perse in questi 2 anni di “relativa deprivazione sensoriale” avranno conseguenze durature, purtroppo. Va tenuto presente che l’intervento non può limitarsi solo ai minori, ma è necessario un valido sostegno alla genitorialità, visto che la scuola nel periodo peggiore della pandemia, non ha potuto adempiere appieno alla sua funzione delegando diverse sue funzioni ai genitori. Da ciò deriva la necessità di una collaborazione tra le strutture pubbliche e le organizzazioni del terzo settore, sperando che questo sia possibile anche in futuro”

Direttore di Neonatologia e TIN dell’AORN Moscati Dott. Moschella

“L’integrazione socio-sanitaria del supporto psicologico presso il reparto si è rivelato particolarmente importante: poter continuare a contare su una risorsa ritengo sia fondamentale perché al momento della nascita, già delicato per i neo-genitori, quando si scopre che i neonati hanno bisogno del reparto di Neonatologia, il sostegno genitoriale diventa necessario per la vita stessa del bambino”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contrasto alla povertà educativa minorile, prorogato il Progetto MYLA
AvellinoToday è in caricamento