menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confesercenti teme per bar e ristoranti: "De Luca ci dica come far fronte a tasse e spese"

Spese di fitto, pagamento degli stipendi dei dipendenti, tasse e spese di gestione preoccupano il settore già pesantemente colpito

La nuova ordinanza del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che limita l’attività di bar e ristoranti (e attività simili), fa storcere il naso agli imprenditori del settore. Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania, commenta così l’ultima ordinanza della Regione Campania. 

«Ancora una volta ad essere penalizzato è il nostro commercio, senza che nel contempo si trovi la soluzione al vero problema, che è culturale, perché le persone si assembrano non certo a causa dei bar aperti dopo mezzanotte. Questa ordinanza mette in ginocchio la nostra economia, è il colpo di grazia per le nostre imprese. Lo Stato dovrebbe scendere in campo con tutti i mezzi che ha per far rispettare le regole e comminare le giuste sanzioni a chi trasgredisce. Fin qui evidentemente non ci è riuscito. Ribadisco: non sono i ristoranti, ad esempio, che creano assembramenti ma il senso civico delle persone. Chi ci assicura che, una volta chiuso il locale alle 23 o alle 24, le persone non si raggruppino, come già accade, in piazza o per strada?

Questa ordinanza – aggiunge Vincenzo Schiavo – crea ulteriori ostacoli alla ripresa dell’economia. Confesercenti critica questa decisione ma è pronta ad eseguirla, naturalmente. Nel contempo pretendiamo, però, di avere immediate risposte su come le nostre attività possono far fronte alle spese. La Regione e il Governo ci dicano, subito, in che modo le nostre aziende, in queste condizioni, riusciranno pagare le tasse, ad affrontare gli impegni con le banche, a sostenere le spese di fitto e di fornitura e ad onorare gli stipendi dei dipendenti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento