rotate-mobile
Attualità

Migliorano le condizioni di Tacconi: "Ha alzato le dita per la vittoria della Juve"

Le parole del figlio: "Il percorso è lungo ma ce la faremo"

"Oggi segnale molto importante, alla mia frase 'La Juve ha vinto' papà ha sollevato le dita in segno di vittoria. Il percorso è lungo ma ce la faremo". Sono le parole, su Facebook, del figlio di Stefano Tacconi, Andrea, che rassicurano sulle condizioni dell'ex portiere dell'Avellino, oltre che della Vecchia Signora e della Nazionale, colpito da un'emorragia cerebrale lo scorso sabato e ricoverato presso l'Ospedale di Alessandria.

Fermata l'emorragia, atteso un quadro più dettagliato per tempi di ripresa e terapie

Secondo quanto fornito da Sky Sport nell'ultimo aggiornamento, l'ex calciatore, 64enne, muove occhi e arti, ma è ancora in coma farmacologico. Lunedì pomeriggio, Tacconi è stato sottoposto a una TAC, la quale non ha riscontrato problemi particolari. Inoltre, l'emorragia è stata fermata e si attende un quadro più dettagliato per conoscere i tempi di ripresa e le dovute terapie.

L'indimenticato portiere biancoverde, che ha vestito la maglia dell'Avellino dal 1980 al 1983, era ad Asti per un evento benefico, lo stesso giorno in cui ha avvertito il malore. Da sempre impegnato nel sociale, Tacconi non ha mai dimenticato il suo passato in Irpinia, essendo diventato, qualche anno fa, brand ambassador dell'Unione Sportiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliorano le condizioni di Tacconi: "Ha alzato le dita per la vittoria della Juve"

AvellinoToday è in caricamento