menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Conad a Selex, sconto del 10% a chi utilizzerà i buoni spesa del Comune

La grande distribuzione risponde all'invito del premier

Lidl, Selex, Coop, Conad. Sono queste le prime catene di supermercati a rispondere positivamente all’appello del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il Premier nell’annunciare le misure di ‘soccorso alimentare’ aveva fatto appello alla “grande distribuzione organizzata, perché faccia un 5-10% di sconto a chi acquista con i buoni spesa” che le famiglie riceveranno dai Comuni, destinatari di 400 milioni di euro di aiuti.

 Il gruppo commerciale Selex e Federdistribuzione fanno propria la richiesta della Presidenza del Consiglio e sono pronte a dare un extra sconto su acquisti effettuati con i buoni spesa distribuiti dai Comuni. 

La proposta rivolta ai «player della grande distribuzione dal Presidente del Consiglio Conte - è scritto in una nota - è stata condivisa dagli imprenditori del gruppo che, alla messa in circolazione dei buoni spesa, garantiranno lo sconto extra del 10% sull'acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità in tutti i 2.300 supermercati e gli ipermercati delle insegne nazionali e regionali».

Gli fa eco la Conad con un comunicato stampa  " I soci e le cooperative di Conad – si legge – hanno deciso di applicare uno sconto del 10% alla cassa ai buoni spesa che il Governo ha destinato alle famiglie più bisognose e che saranno distribuiti dai Sindaci. Questa decisione accoglie l’invito fatto alle aziende della distribuzione dal Presidente del Consiglio nella sua conferenza stampa di sabato sera".

Anche COOP aderisce alla richiesta del Governo e potenzia i buoni spesa per le famiglie in difficoltà. «Aderiamo alla richiesta avanzata dal Governo e siamo disponibili a incrementare con un ulteriore sconto i buoni messi a disposizione dai Comuni per le famiglie in difficoltà economica. - si legge in una nota del gruppo - Chiediamo l'apertura di un tavolo di lavoro con i soggetti interessati dove definire misure applicative in tempi rapidi e omogenee su tutto il territorio nazionale». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sono cinque le regioni che dal 10 maggio cambieranno colore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento