Attualità Mercogliano

"Chiave di Milot", PRC: "I responsabili non possono cavarsela senza assumersi le dovute responsabilità"

"I soldi spesi per un opera che non vedrà mai la luce sono dell'intera comunità; l'area pubblica che doveva ospitare il monumento per ben due anni è stata deturpata e privata al godimento collettivo"

Da circa un anno  denunciamo le anomalie riscontrate riguardo alla realizzazione dell' opera, ci riferiamo alla "chiave di Milot " prevista alla rotatoria sita a Torrette di Mercogliano; più volte abbiamo evidenziato  gli errori tecnico/ambientali, oggi vengono fuori tutti, al punto da costringere il sindaco di Mercogliano ad  annunciare l'imminente rimozione delle parti strutturali precedentemente ricoverare in loco.  I responsabili non possono cavarsela senza assumersi le dovute responsabilità, ambientali, urbanistiche ed economiche. I soldi spesi per un opera che non vedrà mai la luce sono dell'intera comunità; l'area pubblica che doveva ospitare il monumento per ben due anni è stata deturpata e privata al godimento collettivo; gli ulivi precedentemente piantati in sede sono scomparsi con destinazione ignota !. Nel chiedere scusa allo scultore ideatore dell' opera spinto dall' intento di diffondere un messaggio nobile e condiviso, annunciamo  come Rifondazione Comunista una richiesta d'intervento presso  la procura della Repubblica di Avellino.

Partito della rifondazione comunista 

Tony Della Pia segretario provinciale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiave di Milot", PRC: "I responsabili non possono cavarsela senza assumersi le dovute responsabilità"
AvellinoToday è in caricamento