Sabato, 12 Giugno 2021
Attualità

Cesinali, revocata la nomina al vicesindaco fascista

La decisione del sindaco di Cesinali, Dario Fiore

Nella giornata di oggi, il sindaco di Cesinali, Dario Fiore, ha firmato l'atto che toglie, di fatto, al consigliere Pasquale De Vito l'incarico di assessore e vicesindaco dell'amministrazione; travolto dalla bufera politica causata dai suoi reiterati post inneggianti Mussolini. 

"Si è renuto procedere alla revoca dell'assessore e vice sindaco Pasquale De Vito avendo assunto posizioni tali da non potersi configurare in sintonia con le scelte dell'intero consesso, incrinando il rapporto con la maggioranza e dell'intero consiglio, nonché il rapporto fiduciario con il sottoscritto, finalizzata a garantire la serena prosecuzione del mandato amministrativo. Fermo restando che l'adozione del presente atto permane il riconoscimento per l'impegno profuso durante il periodo assessorile, dato atto checiò ha determinato il venir meno del rapporto di fiducia in merito all'idoneità della nomina di Assessore e Vice sindaco a perseguire gli obiettivi della giunta comunale. Considerato che le suddette motivazioni legittimano pienamente la volontà del sindaco di far cessare la vigenza dell'atto di nomina ad assessore e vice sindaco con revoca espressa verificata la sussistenza di presupposti di fatto ed in diritto per procedere all'assunzione del presente decreto."

Sono servite 48 ore e una lunghissima riunione con la maggioranza in cui quattro consiglieri minacciavano le dimissioni se, questa storia, non si fosse chiusa in fretta e con la revoca delle funzioni a Pasquale De Vito che, con le sue simpatie filo-fasciste, ha messo in imbarazzo tutta l'amministrazione di Cesinali. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesinali, revocata la nomina al vicesindaco fascista

AvellinoToday è in caricamento