Attualità

Celebrazioni in onore della Madonna di Montevergine, Mons. Parolin: "Il vaccino è un atto d'amore"

"La Chiesa non entra nel merito delle norme e delle leggi dello Stato italiano ma non siamo ancora usciti da questa terribile pandemia"

Questa mattina il Segretario di Stato di Sua Santità il card. Pietro Parolin è stato in visita a Montevergine in occasione delle celebrazioni in onore della Madonna di Montevergine, organizzate dal P. Abate Riccardo Luca Guariglia e dalla Comunità Benedettina.

Ecco le dichiarazioni del cardinale: 

"La Chiesa non entra nel merito delle norme e delle leggi dello Stato italiano ma non siamo ancora usciti da questa terribile pandemia. Queste sono le parole di Papa Francesco, e cioè che il vaccino è un atto d’amore nei confronti di se stessi e degli altri, ed è un atto di responsabilità. Questo dovrebbe far riflettere tutti". Parolin, successivamente, ha rinnovato l’appello del Papa “a tutte le forze vive della società e ad affrontare con coraggio e speranza le sfide poste dall’emergenza sanitaria”. Per quanto riguarda la questione afghana, Parolin non ha dubbi: "La stessa comunità internazionale si è trovata in difficoltà relativamente alla crisi in Afghanistan. Sicuramente si potevano ritirare le forze occidentali ma in maniera più ordinata. Si poteva fare di più e si poteva fare meglio". 

Sulle condizioni del Papa, il cardinale ha tranquillizzato tutti dicendo: "Il Papa sta recuperando molto bene. Certamente ha subito un intervento che egli stesso ha definito più serio di quello che si poteva immaginare, ma sta recuperando molto bene". L'Irpinia sogna la visita di Papa Francesco. “Mi farò interprete verso il Santo Padre dell'affetto di questa comunità, quello che ho visto e ho sentito. Questa gente lo aspetta a braccia aperte. Vedremo”. 

Non è la prima volta che un cardinale Segretario di Stato della Santa Sede giunge a Montevergine. Ricordiamo, nel 2012, la visita del cardinale Tarcisio Bertone in occasione dell’Anno Mariano e del ricollocamento dell’Icona della Madonna di Montevergine nella sua antica Cappella.

Il cardinale Parolin prosegue con una promessa: "Finora non ero mai venuto qui, avevo sempre sentito parlare di Montevergine come centro di pietà mariana molto forte. Da tempo mi avevano invitato a venire quassù, non è mai stato possibile per diverse ragioni ma continuerà questo legame perchè mi piace molto questo ambiente". 

Ancora, nel secolo scorso, il cardinale Luigi Maglione che, nel 1939, fu uno degli artefici della traslazione della Sacra Sindone al santuario. Anche i cardinali Tardini e Cicognani fecero visita al santuario così come il card. Agostino Casaroli che venne nel 1985, in occasione degli otto secoli della nascita di San Guglielmo, fondatore di Montevergine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celebrazioni in onore della Madonna di Montevergine, Mons. Parolin: "Il vaccino è un atto d'amore"

AvellinoToday è in caricamento