Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Campania in zona bianca già da venerdì: ecco il possibile scenario

Speranza: "Ho insistito affinché fosse un percorso graduale, ma con tutta probabilità da venerdì avremo il 99% del Paese in zona bianca". Il 21 giugno è il giorno in cui si eliminerà definitivamente il coprifuoco. Inizia l'estate, ma forse non finisce l'emergenza. Lo Stato di emergenza dovrebbe essere prorogato per l'ennesima volta

Dal 31 maggio sono entrate in zona bianca Sardegna, Friuli Venezia Giulia e Molise, il 7 giugno è stata la volta di Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo, il 14 giugno poi sono "andate in bianco" Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Provincia di Trento. Tra pochi giorni l'apertura quasi totale. Il prossimo monitoraggio dell'ISS dovrebbe essere quello che sancirà la fine di un lungo tunnel. Le nuove ordinanze dovrebbero arrivare tra venerdì e sabato.

Zona bianca nel 99% d'Italia da venerdì

Le prossime regioni a fare il passaggio da zona gialla a zona bianca saranno sicuramente Sicilia, Marche, Toscana, Calabria, Basilicata, Campania e la provincia autonoma di Bolzano. La Valle d’Aosta avrebbe dovuto in teoria aspettare il 28 giugno per poter raggiungere l’ambito traguardo, ma c'è chi assicura che anche la regione alpina passerà in bianco tra pochi giorni. 

"Ho insistito affinché fosse un percorso graduale, ma con tutta probabilità da venerdì avremo il 99% del Paese in zona bianca, quindi siamo oggettivamente in una fase diversa. Ma serve ancora grandissima attenzione e lavoro costante da tutti i punti di vista per essere attrezzati e organizzati in una fase che è ancora di battaglia aperta". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo al convegno organizzato dal Consiglio nazionale dell'Ordine degli Psicologi (Cnop) "Per una sanità delle persone: proposte per l'attuazione delle 'aree funzionali di psicologia' per l'implementazione dei Lea e del Pnrr".

"Oggi dobbiamo necessariamente tenere insieme due indirizzi fondamentali, la sfida della pandemia con un quadro che è migliorato. Abbiamo superato i 43 milioni di somministrazione di vaccini, 1 italiano su 2 ha avuto una prima dose - ha ricordato Speranza - siamo nelle condizioni di pianificare una fase di gestione diversa della circolazione del virus. Nell'ultima settimana abbiamo avuto 11mila nuovi contagi, il numero che prima registravamo in mezza giornata. Anche i decessi sono calati in maniera significativa e sono sotto i cento. C'è - ha concluso - un percorso di ripartenza e di riaperture, ma dobbiamo tenere un approccio di cautela e gradualità".

Le regole della zona bianca

In zona bianca rimane l'obbligo della mascherina sia all'aperto sia al chiuso e il divieto di assembramento. Regole meno vincolanti per i ristoranti: nessun limite alle presenze al tavolo all'aperto, 6 commensali al tavolo se il locale è al chiuso. I locali pubblici potranno osservare orari liberi. L'obbligo di mascherine all'aperto potrebbe decadere nel corso del mese di luglio.

Se nella zona gialla c'è ancora il coprifuoco dalle 24 alle 5, per chi si trova in zona bianca il coprifuoco viene abolito immediatamente. Ciò vuol dire che non è più necessario rientrare a casa entro una certa ora: ci si può insomma spostare senza limiti di orario. In questa zona i bar, i ristoranti e le altre attività di ristorazione sono aperti ed è possibile consumare cibi e bevande al loro interno, senza limiti orari.

Sono consentite senza restrizioni anche la vendita con asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio, che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. Le nuove regole prevedono che in zona bianca all’aperto non ci siano limiti di persone ai tavoli (tra i quali deve esserci comunque il distanziamento di un metro), mentre nei bar e nei ristoranti al chiuso potranno sedere allo stesso tavolo massimo sei persone salvo che siano tutti conviventi.

"Dalla settimana prossima tutta Italia sarà zona bianca. E c'è una categoria che non esiste 3mila imprese come le sale da ballo e discoteche. Giorgetti ha chiesto come riaprire e ad oggi non c'è stata nessuna risposta. Se il 1 luglio devono ripartire servono risposte, spero che oggi il Cts dia risposte altrimenti i ragazzi vanno in vacanza altrove" dice intanto il leader della Lega Matteo Salvini al forum ANSA.

Il 21 giugno è il giorno in cui si eliminerà definitivamente il coprifuoco. Inizia l'estate, ma forse non finise l'emergenza. Lo Stato di emergenza dovrebbe essere prorogato per l'ennesima volta. Per le vacanze in Sardegna non serve nessuna registrazione da oggi

Leggi l'articolo su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campania in zona bianca già da venerdì: ecco il possibile scenario

AvellinoToday è in caricamento